lunedì 8 luglio 2013

Sparlando di...... #11

Buongiorno cari.... mancano solo tre capitoli alla fine!

Warm bodies di Marion Isaac

"R è uno zombie in piena crisi esistenziale. Cammina per un'America distrutta dalla guerra, segnata dal caos e dalla fame dissennata dei morti viventi. R, però, è ancora capace di desiderare, non gli bastano solo cervelli da mangiare e sangue da bere. Non ha ricordi né identità, non gli batte più il cuore e non sente il sapore dei cibi, la sua capacità di comunicare col mondo è ridotta a poche, stentate sillabe, eppure dentro di lui sopravvive un intero universo di emozioni. Un universo pieno di meraviglia e nostalgia. Un giorno, dopo aver divorato il cervello di un ragazzo, R compie una scelta inaspettata: intreccia una strana ma dolce relazione con la ragazza della sua vittima, Julie. Un evento mai accaduto prima, che sovverte le regole e va contro ogni logica. Vuole respirare, vuole vivere di nuovo, e Julie vuole aiutarlo. Il loro mondo però, grigio e in decomposizione, non cambierà senza prima uno scontro durissimo con..."

Sparliamo un pò... E’ arrivato il momento, per R, di confessare a Julie il suo misfatto; ma l’allarme all’interno dello Stadio lo precede ed una voce all’altoparlante comunica che è stato trovato uno zombie e che questi è stato prontamente eliminato. “Tuttavia” dice la voce “la causa di questa trasformazione è ancora all’interno dello Stadio”. Ogni uscita viene quindi sigillata e i soldati ricevono l’ordine di controllare casa per casa.
Julie si gira verso di lui e gli chiede “Hai mangiato qualcuno??”. Ebbene sì, il nostro R ha combinato proprio un bel casino…

A questo punto succede una cosa strana: un telefono inizia a squillare e, quando Julie risponde, un’espressione incredula le si dipinge sul volto. Quando la ragazza passa il telefono a R, lui rimane sorpreso quasi quanto lei…è M, il suo amico! E gli sta telefonando (non si capisce bene da dove, né come…) per avvisarlo che altri morti stanno arrivando e che tutti loro stanno cambiando. R gli racconta gli ultimi sviluppi della sua avventura nello Stadio e gli chiede di aspettare, perché al momento si trova in trappola e deve capire come uscire dal pasticcio che lui stesso ha combinato.

Poco prima che il padre di Julie irrompa in casa, lei riesce a nascondere R e Nora in bagno, ordinando all’amica di rifare il trucco al nostro eroe.
Nel frattempo Julie prova a trattenere suo padre, dicendo che Nora è in bagno con il suo nuovo ragazzo e che, insomma…hanno da fare. Ma il generale non pensa che sia il momento adatto per fare l’amore e forza la porta del bagno: Nora esce fingendosi imbarazzatissima e riassettandosi i capelli, mentre R cerca di simulare una certa indifferenza.
Il padre di Julie però si insospettisce e, trattenendo R con qualche domanda, estrae il pugnale e lo colpisce. R non si accorge della ferita (come potrebbe? È morto!) e la sua copertura salta immediatamente.

L’ira del generale è terribile e a nulla servono le suppliche di Julie, che tenta di rassicurare suo padre dicendo che gli zombie stanno cambiando e che il mondo si può guarire; suo padre non è disposto ad ascoltarla e lei, insieme ad R, scappa.

Inizia quindi un rocambolesco inseguimento tra edifici fatiscenti e scale pericolanti, che pare destinato a terminare davanti ad un’uscita di sicurezza sospesa a circa otto piani di altezza.
Julie ed R non si danno per vinti: si abbracciano e saltano giù. Sì, avete capito bene, saltano giù…la cosa simpatica è che Julie non si procura nemmeno il minimo graffietto (mistero…)

Ad ogni modo, una volta fuori dallo Stadio, i due si uniscono all’esercito di zombie che, nel frattempo, si è radunato là all’esterno.
Quando gli inseguitori li raggiungono, dopo un attimo di comprensibile smarrimento, decidono di fare dietro-front; ma tutti loro sanno che si tratta solo di una soluzione temporanea e che presto i Vivi torneranno all’attacco più temibili ed organizzati.

Siamo tutti con il fiato sospeso…
Veronica

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Ambassador

Ambassador

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *