venerdì 1 agosto 2014

alice nel paese degli allucinogeni

oh alice.. cara piccola alice..
una diciassettenne così bella..
capelli biondi.. lunghi.. occhi azzurri.. grandi splendida.. innocente..
perchè lo hai fatto alice?
cosa ti hanno fatto.. cosa ti hanno dato?
era tutto un gioco..
ma si dai..
sballiamoci.. non ha mai fatto male a nessuno..
avete cominciato con cose leggere..
poi quelle pesanti..
quei funghetti allucinogeni..
uno.. te ne è bastato uno..
sei caduta nelle allucinazioni create dalla droga..
le pupille dilatate..
eri ferma in piedi da sola.. e ridevi..
oddio.. eri così inquietante piccola alice..
i tuoi amici collassati a terra..
sei scappata via ridendo..
in quel bosco...
in quel bosco così scuro..
ne sei uscita 4 ore dopo..
alice..
avevi le mani sporche di sangue..
anche il viso..
alice cosa hai fatto li dentro..?
ora mi stai raccontanto di strani gatti viola e bruchi che fumavano..
di fiori enormi che parlavano..
e di un coniglio bianco con un orologio..
perchè piangi?
siamo in casa ora alice.. tranquillizzati
alice..
perchè continui a dire "tic tac?"
alice?? alice
"tic tac.."
sorridi
"tic tac"
mi guardi
"tic tac"
alice.. cosa succede ai tuoi occhi
"tic tac" sussurri
ti avvicini
"tic tac" mi sibili nell'orecchio
una lama fredda...
oddio
mi perfora il petto
"tic tac" dici sorridendomi

1 commento:

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Riconoscimenti

Riconoscimenti