venerdì 5 giugno 2015

Ho un problema... libresco

Sono un’accumulatrice di libri.
Oddio, forse non è un vero e proprio problema, non è come per gli alcolisti anonimi o per i cleptomani ma diciamo che qualche difficoltà la crea. 

Sono allergica alla polvere.
Fortunatamente non in maniera esagerata ma, diciamo che se entro in una stanza che non viene pulita da molto, inizio ad avere dei problemi. 
Questo piccolo disguido corporeo mi perseguita da quando ho iniziato ad accumulare libri e dopo nove anni, non accenna ad andarsene. I libri accolgono con gioia la polvere che si posa su di loro ed il risultato è che quando devo spostarli, ci metto il doppio del tempo. Inutile stare lì a pulirli con cura tutti i giorni… loro saranno sempre sporchi. 

Ho finito lo spazio.
Ho sempre vissuto in case stracolme di libri. Per quanto io abbia iniziato tardi a leggere, i miei sono degli appassionati e, soprattutto mia madre, li accumula ovunque trovi un buco libero.
Abbiamo libri in salotto, sulla cuccia del cane in cucina, sull'acquario, in camera sulle mensole e nei comodini, abbiamo fumetti e libri da bagno, ce ne sono in cameretta e nella mansarda… Abbiamo tanti libri ma quelli, sono quasi tutti dei miei. 
Dopo aver vagabondato per molto, ho trovato un punto fermo a casa del mio Ragazzo. Lo dimostra il fatto che lo spazio che usiamo noi due, sia quasi totalmente occupato da una libreria divisa quasi equamente tra di noi. 
Il dramma del momento però, consiste nel fatto che non ci sia più un buco a disposizione. Se fosse casa mia, inizierei ad impilarli un po’ ovunque ma ci siamo noi due ed i suoi… questo fatto mi mette in condizione di trovare una diversa soluzione, senza però dover far uscire tutti di casa!

Non parlo inglese.
Ditemi pure che è la lingua straniera più facile da imparare, che vi sputo in un occhio.
Per anni ho cercato di studiarla a scuola, mi sono fatta aiutare, ho cercato di capire le canzoni che tanto mi piacevano, ho guardato alcuni film in lingua originale ma nulla, pare che non sia fatta per me. 
Molti dicono che senza sapere quello, non si può andare da nessuna parte ma detto tra noi, il mio unico pensiero è quello di non poter leggere alcuni libri. 
Sciocco? Forse si ma, dato che mi piace trovare delle belle letture, l’idea che mi possa perdere qualcosa mi rattrista. Eppure, nemmeno con questo incentivo riesco a superare lo scoglio. 

Per fortuna, non ho ancora una famiglia.
Diciamocelo, leggere è un costo. Ci saranno anche molti sconti e gli ebook saranno anche più convenienti ma questo non toglie che in un mese, partano come nulla 50€ o più. 
Bisogna guardare in faccia la realtà, vivere costa e dover mandare avanti una famiglia, vuol dire rinunciare a tutti gli agi che uno aveva prima. La casa, il cibo, magari un figlio, i vestiti, la salute… non sono cose da poco e alle volte, non si riesce a far quadrare tutto. 
Vorrei si farmi una famiglia, avere una casetta tutta mia e tante altre belle cose ma scendendo dal pero, sono l’unica tra i due che porta a casa lo stipendio ogni mese. Lui è un libero professionista e come tale, sono più le tasse che paga che quello che riesce a tenersi, quindi solo io posso dirmi “agiata”. 
Ad oggi, posso ancora permettermi di fare un po’ quello che voglio ma quando avrò una famiglia? Non penso proprio.

Ho la schiena curva.
Non è che sono deforme eh, ho solo perennemente male alle spalle e quindi tendo ad incurvarmi. Il motivo? I libri. 
Il cartaceo è assolutamente stupendo e non riesco ad accantonarlo per l'ebook ma siamo sinceri... spesso ci mettiamo in borsa letture mica veloci! Questo vuol dire che oltre alle millemila cose che solitamente ci portiamo dietro, dobbiamo contare altri tre chili di lettura. Comodissimo....!...!

Soldi buttati al vento.
Tra tutti i mali, questo è il peggiore... Libri che non ci sono piaciuti o serie che non vedranno mai la fine. 
Quante volte vi è capitato di vendere un libro e guadagnare si spazio ma perdere anche dei soldi? Non è che ho il braccino corto, solo che mi fanno girare i maroni situazioni del genere. Qualsiasi sia il sentimento che mi muove, comunque ci rimetto e alla lunga, la cosa si fa sentire!

4 commenti:

  1. Bel post, ora mi diverto, mettiti comoda xD

    1. Io per fortuna non sono allergica alla polvere, diciamo che se devo spolverare la libreria mi partono starnuti a raffica, ma niente di più.. niente di grave insomma.

    2. Spazio finito anche da me, ma solo in un certo senso. Fin'ora ho riempito di libri la mia stanza viola, e adesso non ci sta più nemmeno una libreria.. però ho il resto della casa, quindi non posso davvero dire di non avere posto. È che non riesco ad abituarmi all'idea di avere una parte dei miei libri fuori dalla mia stanza, non so se come ragionamento suona idiota.. per me è un po' come arredare il salotto con tostapane e pentole perché in cucina non c'è più spazio. So che non è la stessa cosa, ma sarà dura abituarmi xD

    3. Sull'inglese non mi pronuncio perché sono come te.. non ce la faccio proprio. Per fortuna leggo in francese e, con un po' di allenamento, anche in spagnolo, quindi almeno una parte delle serie interrotte posso terminarle, certo che con l'inglese sarebbe tutta un'altra storia!

    4. Qui la ciccata in un occhio l'hai rischiata tu xD un marito, un figlio, due gatti.. e non mi sembra che i libri mi manchino, ahaha! Scherzi a parte, è ovvio che mettere su famiglia comporta dei sacrifici, ma nessuno potrà mai convincermi che non ne vale la pena. Il modo di non restare senza letture c'è, io ne sono la prova vivente: librerie dell'usato, sconti, scambi, ebook, biblioteche, prestiti, supermercato e, se possibile, chiederli come regalo di natale/compleanno. Insomma, è vero, magari non ci si può più permettere di fare shopping in libreria quando si vuole, ma mi sembra una motivazione poco intelligente per decidere di non avere una famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E qui ti volevo cara Streghetta, sai che sono sempre seduta per assaporare le chiacchere XD

      2. In effetti da un lato parti avvantaggiata, hai casa tua e addirittura una stanza dedicata solo a quello, quindi di posto ne hai a dismisura ma capisco anche la stranezza di averceli sparsi ovunque... Io ci sono abituata e l'idea di doverli tenere in un solo punto mi farebbe ammattire XD posso capirti!

      4. Lungi da me dal dire che non voglio una famiglia..... anzi! Sono addirittura dispiaciuta del fatto che mi stia arrivando il ciclo... detto questo però, mi rendo conto che per me sarebbe un bel taglio.
      Non voglio dire che tra i libri ed una famiglia preferisco la prima opzione ma non sono nemmeno così sciocca da affermare che le cose cambierebbero poco. Non so come fate voi (prima o poi dovrai spiegarmelo XD)... non voglio piangermi addosso, non ne ho motivo però come hai detto tu, non ci si possono prendere troppe libertà. Però sto cercando di farmi una scorta, per prevenire tale evento >.<

      Elimina
    2. Ma credo che avere i libri per casa, una fattaci l'abitudine, non mi darà fastidio.. poi però mi viene il panico quando penso che prima o poi quella stanza la dovrò svuotare per far posto ad almeno un altro piccolo Hobbit. Per il momento faccio finta che il problema non esista xD
      Sai cosa? C'è anche da dire che con una famiglia calano sì le entrate libresche, ma cala drasticamente anche il tempo per leggere, quindi è difficile rimanere a secco xD
      Di trucchi non ce ne sono, si risparmia dove si può, zero capricci e quando si può si va all'usato :P

      Elimina
  2. Ooooh, il punto 1 per me è alquanto critico! Io soffro di parecchie allergie, fra cui quella alla polvere, che mi provoca una raffica infinita di starnuti e due occhi enormi e lacrimanti. Per quanto riguarda il punto 2, beh per un lettore incallito lo spazio non è mai abbastanza purtroppo, ti capisco :(

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *