giovedì 6 agosto 2015

We talk together #12

1. Oltre ad essere uno scrittore Luca, sei qualcosa di più. Parlaci un pò di quello che fai quando non scrivi
Ciao, innanzitutto ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di farmi conoscere con questa intervista.
Rispondendo al tuo primo quesito ti dico subito che come lavoro effettuo recensioni di prodotti per un sito web, e prossimamente mi iscriverò ad un corso di inglese, per migliorare le mie conoscenze di questa lingua a mio avviso fantastica, e poi chissà un domani tradurre il mio libro e farlo conoscere al resto del mondo.
Nel tempo libero invece, adoro fare sport, soprattutto corsa ed allenarmi con il sacco da boxe.

2. Qual'è stata la scintilla che ti ha portato a scrivere "Caos"?
Beh ora che mi ci fai pensare la semplice voglia di provare a scrivere, che è scattata in automatico in quella lontana estate del 2013, ricordo che la priorità che diedi al mio romanzo fu quella di renderlo ricco di colpi di scena e coinvolgente, volevo che il lettore si immedesimasse nel protagonista e provasse le sue stesse emozioni. Tutto ciò ovviamente con la giusta dose di intermezzi.

Dico ciò perché spesso ho letto libri che hanno una trama coinvolgente, ma poi si perdono appunto in troppi eventi che con la storia hanno poco a che fare e rovinano così il piacere di lettura.

3. Chi ti conosce ti ha supportato in questo percorso?
Si, prima fra tutti la mia ragazza, amici e mia madre. Anche mio padre mi ha supportato, ma lui molto più recentemente, da quando ha cominciato a vedere che i risultati arrivavano e le recensioni erano positive.

4. Stai già lavorando ad un nuovo libro?
Certamente, ho iniziato a scrivere qualche pagina del seguito di “Caos”, ma non posso anticiparti nulla altrimenti ti rovinerei la sorpresa. Ti lascio solo con questa frase molto attinente: “Il male sarà sempre onnipresente finché esisteranno gli esseri umani…”

5. Hai mai pensato di appoggiarti ad una Casa Editrice?
Si, recentemente ne ho contattate alcune, e ovviamente quelle a pagamento le ho lasciate da parte. Trovo che sia assurdo dopo tutto il lavoro che ho fatto per scrivere questo romanzo dover spendere del danaro per vedermi pubblicato, il merito dov’è?

Credo invece che essere pubblicato senza dover sborsare un euro sia una grande vittoria, significa che la mia storia è originale ed è piaciuta.

6. Hai mai pensato di revisionarlo e pubblicarlo in cartaceo?
Si, il testo è già stato revisionato da me e ho già distribuito delle copie nelle librerie della mia zona, giusto per farmi conoscere dal pubblico.

7. Perchè hai voluto pubblicarlo solo in ebook? Era la cosa più veloce? O più pratica?
Onestamente ho pubblicato subito in ebook per una questione di velocità, non lo nego che avevo fretta di farmi conoscere dai miei lettori.

8. Non hai mai avuto timore del fatto che l'ebook potesse venire piratato?
Si, diverse volte e spero che non capiti mai!

9. Ti è capitato di ricevere commenti negativi e immotivati?
Si una volta. Ricordo che non la presi bene, anche perché erano davvero assurdi e pregni di cattiveria gratuita.

Beh Luca, grazie per averci concesso del tempo per fare due chiacchiere con te.
Se volete sapere qualcosa di più del suo libro, potrete trovare tutto sulla mia Recensione

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Ambassador

Ambassador

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *