giovedì 2 giugno 2016

Mezza Tazza... la sorte della Pagina 69 #27

Che libro passerà tra le mie mani oggi? Scrivere è un mestiere pericoloso di Alice Basso


"«Sono patatine al formaggio, se non si conservano bene diventa acido», spiego. «E comunque, se vi interessa sinceramente sapere com’è andata la mia giornata, vuol dire che il piacere che mi dovete chiedere è bello grosso e avete bisogno di sondare il mio umore.»
Le ragazzine esitano.
Si scambiano uno sguardo timoroso.
«Oh, va bene. Basta che la facciamo breve. Il mio umore è schifoso, come ho detto, perché ho appena scoperto che il mio prossimo lavoro consisterà nell’intervistare una cuoca ottuagenaria per scrivere un ricettario, e la cosa mi disgusta. Ora sentiamo il vostro, di problema.»
«Un ricettario? È carino», temporeggia Laura. «I libri sul cibo vanno un sacco di moda, ultimamente.»
 «Già. Se solo me ne fregasse qualcosa. Ma io non vengo pagata a percentuale, quindi non potrebbe importarmi di meno se il libro alla fine venderà o no. A me interessa soltanto lo stato di conservazione mentale di questa cuoca, e, siccome ha ottantun anni e sembra che la sua memoria stia iniziando a scadere come una confezione di yogurt dell’estate scorsa, posso ipotizzare che mi rifilerà una serie di informazioni sconnesse e incomplete che io dovrò rimpolpare e integrare e rabberciare alla grande. Ma questo è niente: il problema vero è che dovrò tappare i buchi delle sue ricette, il che significa che dovrò imparare a cucinare, e pure decentemente, abbastanza da mettermi nei panni di una che l’ha fatto per sessantasette anni. Io non so manco friggere una cotoletta, né me ne è mai fregato un tubo, quindi sarà uno sbattimento inaudito, quindi mi girano le palle. Ah: e stamattina sono stata in palestra a cadere, e mi fa male anche l’anima. E ora che avete chiaro il quadro del mio umore e che vi ho svelato i miei più intimi segreti, tocca a voi.»
A coronamento del monologo, mi stappo finalmente la mia birra.
Le ragazzine mi fissano.
«Forse è meglio se torniamo un’altra volta», dice Morgana.
«Stai scherzando? L’hai sentita!» esclama Laura, indicandomi. «Hai visto come le escono? Non fa nemmeno fatica! È proprio quello che ti serve, e ti serve in fretta!»
«Cos’è che mi uscirebbe e che servirebbe a Morgana?»
«Parole», sentenzia Laura. «Le parole, ti escono come un fiume in piena. Non devi nemmeno pensarci su. A differenza di questa scema che sta spappolandosi il cervello da giorni.»
«Okay, non si capisce un accidente. Perché a Morgana servirebbero delle parole?»
«Per cantarle», è la risposta a due voci."


Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *