lunedì 7 novembre 2016

Ricordami che devo ammazzarti


Titolo: Ricordami che devo ammazzarti
Autore: Tommaso Galligani
Pagine: 160
Prezzo: € 16
Un uomo solitario, a bordo di una Panda scassata, percorre senza meta i boschi dell'Appennino tosco-emiliano in ricerca di un rifugio dalla fame e dalla follia esplose intorno a lui. La terra sembra essere giunta al capolinea per ragioni che nessuno riesce a spiegare: è di scena l'Apocalisse. Ma il fuggitivo non si arrende e continua a correre, cercando di sopravvivere e di incontrare un compagno di viaggio che lo aiuti a tirare avanti e... magari gli racconti una storia. Sì, perché in questo scenario catastrofico e grottesco, senza più valori, punti di riferimento o mezzi di comunicazione, forse l'unica forma di resistenza è proprio parlare, rievocare, narrare, tra le macerie, "il mondo di prima". E tra le righe delle storie "a catena" raccontate dal protagonista e dai personaggi nei quali egli si imbatte lungo la strada ubriaconi, spostati ed emarginati, ognuno con il suo carico di deliri - il lettore potrà scoprire, un colpo di scena dietro l'altro, quanto profondi e perversi possano essere divenuti gli abissi interiori dei pochi superstiti rimasti a guardare in faccia la fine.


Tommaso Galligani, classe 1979, giornalista. Laureato in Giurisprudenza con una tesi in storia del diritto penale, master in Giornalismo a Bologna. Vivo a Firenze, dove scrivo di politica, cultura e cronaca per l' Ansa. Tra le mie divinità letterarie di riferimento ci sono Dick, Sterling, Matheson, Lovecraft, Bukowsky, Gibson, Benni, Calvino e alcuni tra i più grandi grandi sceneggiatori del fumetto americano, come Alan Moore, Frank Miller, Garth Ennis, Mark Millar, Warren Ellis. Nel 2013 ho pubblicato per Galassia Arte il mio primo romanzo, 'Ricordami che devo ammazzarti'. 'Sporcizia, stupore e una pioggia di morte' fa parte di un'ideale trilogia pulp incentrata sul tema della decadenza della civiltà occidentale che si concluderà con un terzo romanzo, 'Black Karma', attualmente in fase iniziale di elaborazione.

Scarabocchio: Johnny sta sfuggendo al delirio. Dopo l'apocalisse che si è scatenata in tutto il mondo, l'unico modo per sopravvivere è non fermarsi mai. 
Uno modo per salvarsi, probabilmente ma è anche un modo abbastanza sicuro per diventare matti. La solitudine gioca brutti scherzi e lui lo sa. Durante il viaggio però incontra dubbi individui, che per stemperare la tensione, raccontano storie del proprio passato.
Il viaggio di Johnny però è ormai prossimo alla fine e forse inconsciamente già lo sa. 

Ho scovato questo libro per puro caso grazie a Rory del blog Il colore dei libri. 
Saranno indubbiamente poche pagine, perchè 160 non è che sia un gran numero però, ammetto che è stato così scorrevole che avrebbero potuto essere mille e nemmeno me ne sarei accorta. Tommaso scrive in modo fluido e con poche parole riesce a creare "l'atmosfera" giusta. 
Il finale poi, è la parte che ho preferito. 
La scena di Johnny nella fossa mi ha fatto ridere ma devo dire che mi ha anche inquietato un filino. Un finale che comunque da un lato non mi aspettavo ma dall'altro sapevo che non poteva essere altrimenti...

Questa lettura ve la consiglio vivamente, se vi piace il genere pulp, allora Tommaso è da valutare seriamente.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *