venerdì 31 marzo 2017

5ª Tappa Blogtour "Phoneplay" di Morgane Bicail | Se fosse: ovvero giochiamo con il protagonista...



Titolo: Phoneplay
Autore: Morgane Bicail
Pagine: 242
Prezzo: € 4.99 ebook - € 10 cartaceo
Uscita: 28 Marzo
Alyssa ha sedici anni, studia al liceo e pensa che la sua vita sia una noia mortale. Ogni giorno le stesse cose: famiglia, scuola, compiti e tutto il resto, mai una avventura che le possa cambiare la giornata. Una sera, però, riceve un SMS da un numero che non conosce e che dice solamente “Buonasera Alyssa”. La ragazza, incosciente, risponde allo sconosciuto che le propone di partecipare al seguente gioco: se Alyssa indovinerà la sua identità, lui diventerà suo per sempre. Per Alyssa è l’occasione che aspettava per uscire dalla routine. Anche se questo significa fare un salto nel vuoto e assumersi un grosso rischio. E se questo fantomatico Sconosciuto fosse uno spostato o peggio ancora un malintenzionato? Fino a dove Alyssa è disposta ad arrivare per un ragazzo di cui non sa nulla?

Sono l'ultima tappa di questo Blogtour carinissimo. 
Solitamente mi occupo di estratti di cui ovviamente potrete capire poco dato che non avete ancora letto il libro o vi lascio dei motivi validi per comprare qualcosa. Oggi però, vorrei fare un giochino con voi. 

Se fosse è una di quelle cose carine e simpatiche che facevo alle elementari ma che anche da adulta mi ispirano tenerezza. Quindi, oggi Alyssa mi (ci) farà da cavia! 

Mentre il sole invernale scende lentamente, le nubi a spirale filano nel cielo cupo in un modo sorprendentemente affascinante. Con occhi sognanti, resto ad ammirare questo spettacolo, del quale non mi stancherò mai, attraverso i vetri sporchi dell’autobus che mi riporta a casa.
Con questo, direi che se fosse un paesaggio, sarebbe un bellissimo e romantico tramonto! Magari in campagna, quando gli ultimi raggi del sole baciano per l'ultima volta i fili d'erba... 

Se solo sospettassero che la loro figlia perfetta è in realtà dipendente dal tabacco e dalle feste con superalcolici…
Se fosse un vizio, sarebbe la lussuria... Non nel senso sessuale del termine ma come persona peccaminosa che ama un qualcosa di proibito, di dannoso. 

Aly. La guardo a lungo, impassibile, mentre il sangue mi ribolle nelle vene. Tutte le persone più vicine mi chiamano con questo soprannome e non mi ci ero mai soffermata prima che lo utilizzasse lui. Ora ha tutt'altro significato per me. Suona così intimo quando è lui a utilizzarlo. Di tutti i soprannomi che mi ha dato è quello che preferisco. Più di “chérie” e più di “bella mia”. Semplicemente, adoro quando mi chiama così.
Se fosse un colore, sarebbe un salmone chiaro... a metà tra il rosa delicato ed il lilla dei ciclamini. Un colore delicato adatto ad una persona innamorata ma non del tutto cosciente della cosa.

Sorrido mentre leggo il suo messaggio. Ci divertiremo. Alzo le spalle perché so che mi sta osservando e poi mi alzo. Mi sento potente tutt’a un tratto. Sono io che guido ora. Ho il potere di fargli fare quello che voglio. E mi piace. Mi piace talmente questa sensazione che vorrei che durasse per sempre. Gli invio un ultimo messaggio, sorridendo di nuovo, prima di andare verso la cucina.
Alyssa: Dài, avanti. Impediscimi di andare a prendere da bere, se hai le palle per farlo.
Se fosse un super alcolico, sarebbe il Malibu. Forse non tutti sanno che oltre ad essere molto dolce è anche un Rum di discreta gradazione alcolica... nato come base per la Piña Colada, in un secondo momento è diventato ben richiesto e qui, il balzo di qualità. Alyssa è fondamentalmente così, da quando c'è lo sconosciuto, si è migliorata.

Alyssa: Ti piacerebbe invitarmi, ma non puoi, giusto?
Lui: Esatto, Aly. A causa del gioco. Insomma… La sola possibilità che abbiamo di andarci insieme è che tu scopra chi sono prima del mese prossimo.
Alyssa: Mi stupirebbe se dovessi riuscirci.
Lui: Non è impossibile, chérie. Mi farebbe veramente molto piacere se tu fossi la mia dama quella sera, sai? Mi farebbe veramente piacere se riuscissi a scoprire la mia identità.
Alyssa: Un mese è pochissimo. Troppo poco perché io ce la possa fare.
Lui: Ma no, chérie. Un mese non è troppo poco. Puoi farcela. Puoi scoprire chi sono. Ascolta… Mi piacerebbe veramente tanto che la più bella ragazza del liceo (almeno per me) arrivi al ballo al mio fianco, con il suo vestito blu lungo che mette in risalto i suoi occhi. Ecco quello che voglio, Alyssa. Lo voglio più di ogni altra cosa.
Se fosse un fiore, sarebbe un Bulbophyllum nocturnum. Un fiore notturno, una orchidea proveniente da un isola tropicale vulcanica... Gli scienziati volevano vedere e studiare questo fiore esotico, perché è una specie rara, ma quando la videro pensarono che l’esemplare fosse appassito prima della fioritura. Uno scienziato lo portò a casa e così notò che intorno alle 22:00 i fiori si aprirono, rimanendo aperti per le successive 12 ore.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *