martedì 24 ottobre 2017

L'ultimo cavaliere

Titolo: L'ultimo cavaliere
Autore: Stephen King
Pagine: 216
Prezzo: € 13 - € 7.99
Uscita: 12 maggio 2015
Il primo volume della saga de «La Torre Nera», un classico della letteratura moderna. Scritto in età giovanile e completamente rivisto dall'autore prima della pubblicazione dei capitoli conclusivi del ciclo, questo romanzo mostra un nuovo, appassionante aspetto dello straordinario talento creativo di Stephen King. Una storia fantastica, ambientata in un mondo di sinistre atmosfere e macabre minacce, che appare come lo specchio oscuro di quello reale. Qui, in uno sconfinato paesaggio apocalittico, l'eterno, epico scontro fra il bene e il male si incarna in uno dei più evocativi personaggi concepiti dall'autore: Roland di Gilead, l'ultimo cavaliere, leggendaria figura di eroe solitario sulle tracce di un enigmatico uomo in nero, verso una misteriosa Torre proibita. Un capolavoro della vena immaginifica di Stephen King.
Scarabocchio: Per anni ho visto passare sotto il naso i libri King. Mia madre lo adora e quindi in casa ho le prime versioni di quasi tutti i suoi libri. 
Ho sempre pensato fosse uno scrittore con i maroni cubici ma molto probabilmente, non ero pronta. 
Poi il tempo è passato e in questo 2017 pieno di cambiamenti,ho voluto riprovarci. 
Il risultato? 
Ho preso appunti. 

So che non riuscirò a dirvi nemmeno la metà di quello che vorrei, però ci proverò. 

Roland è più di ciò che appare. 
Lui è l’ultimo pistolero rimasto ed è alla ricerca dell’uomo in nero, colui che ha portato la fine di ciò che conosceva. 
Questo primo libro racconta del viaggio di Roland ma ben presto capiamo che non è tutto così semplice perchè l’uomo in nero, sembra già a conoscenza di tutto. 

Non ci sono molti momenti per l’azione, questo è più che altro un viaggio che ci permetterà di capire da dove è nato tutto. 
L’uomo in nero si rivelerà quasi un amico, devoto alla missione che gli è stata affidata dal suo Capo. Per far ciò però, ci dovrà essere un sacrificio quasi simbolico atto anche a capire fin dove è disposto a spingersi Roland. 

Il vero viaggio comincia adesso. 

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)