venerdì 26 gennaio 2018

5 cose che... #7

5 film Disney preferiti

Come molti altri, sono cresciuta a pane e Disney ma ammetto che sono legata a pochi dei vecchi cartoni. Molto spesso preferisco quelli attuali ma se devo scegliere i primi veri amori, eccovi i miei cinque preferiti!

Mulan
Attestatosi sul confine estremo del Paese, delimitato dalla grande muraglia, il feroce condottiero degli Unni, Shan-Yu, annuncia di voler invadere con una potente armata la Cina. L'imperatore dei cinesi, molto amato dal popolo, organizza subito la difesa, emana un proclama con cui chiede ad ogni famiglia di mandare un uomo a combattere nell'armata imperiale e invia il fedele Chi Fu ad eseguire l'ordine. Intanto, in un lontano villaggio, la giovane Mulan, unica figlia della famiglia Fa, si sta preparando all'incontro decisivo con la sensale del villaggio. Mulan è uno spirito libero ma vuole onorare la propria famiglia e le tradizioni che impongono alla donna il matrimonio. Le cose però si mettono male per l'inopportuno intervento di Cri-Cri, il grillo portafortuna della giovane. Così la sensale caccia via Mulan, che è ormai disonorata. Tornata a casa, la ragazza viene confortata dal padre e, mentre parlano, viene annunciato il proclama imperiale. L'uomo non esita a farsi avanti ma Mulan sa che il padre è malato e l'arruolamento significherà morte sicura. Durante la notte prende la decisione di sostituirsi al padre: si taglia i capelli, indossa l'armatura e si unisce all'esercito. Ma questo gesto provoca la reazione degli antenati che si riuniscono e meditano di ripristinare l'onore familiare. Intanto Mulan, dopo i primi giorni d'incertezza, diventa un soldato come gli altri ed è pronta per la battaglia. Le truppe imperiali sono inferiori ma è proprio Mulan, con uno stratagemma, a far rovesciare le sorti della battaglia. Rimasta ferita, Mulan viene però scoperta nella sua vera identità ed espulsa dall'esercito. Tuttavia non si rassegna e, saputo che alcuni Unni superstiti stanno attaccando la Città Imperiale, escogita un piano e li ferma. Adesso può fare ritorno a casa, dove l'aspetta il padre orgoglioso e un ragazzo che la chiede in sposa.
Dumbo
Dumbo, figlio dell'elefantessa Jumbo, è malvisto dagli altri elefanti del circo: una sua imprudenza fa infuriare Jumbo, che viene incatenata. Ma un topolino vuole aiutare Dumbo e gli suggerisce molte trovate: la più clamorosa è quella di valersi dei larghi orecchi per volare. Gli uccelli diffidano; ma al momento del successo gli faranno da scorta.
Alice nel paese delle meraviglie
In Inghilterra nella seconda metà dell'Ottocento, Alice, ragazzina curiosa, è distesa su un prato mentre la sorella maggiore le legge la lezione di storia. La bambina si addormenta e sogna di cadere in una buca. Entra così in un mondo fantastico in cui fa la conoscenza di personaggi curiosi.
In viaggio con Pippo
Il maldestro Pippo, intenzionato a partire per un lungo viaggio di pesca, porta con sé il recalcitrante figlio adolescente Max. Il ragazzo è timido, pasticcione e sfortunato, oltre che innamorato di Roxanne. Costretto a partire Max mente alla giovane annunciandole di dover andare a Los Angeles dove salirà coraggiosamente alla ribalta, mentre si produce in un concerto il divo del rock Powerline. Purtroppo le vacanze (le stesse con la stessa canna da pesca) che il padre faceva insieme al nonno, significano un estenuante giro da uno degli Stati all'altro, dormendo in tenda e con mille sgradevoli imprevisti. Per Max, una noia anche per il viaggio scomodo. Frattanto Pippo va in estasi nel padiglione di un parco-giochi antiquato, dove si esibisce una malinconica band di opossum. Poi c'è l'incontro con Bigfoot (un orso turbolento) e con il vecchio Pietro (amico di casa), che circola con un camper attrezzatissimo. Per comunicare con il figlio e responsabilizzarlo, Pippo, in vena di fiducia, lo nomina "navigatore" e gli affida l'automobile. Pur di arrivare in tempo a Los Angeles, Max altera la mappa stradale; prende a un bivio la direzione errata, giungendo in un canyon, dove un minaccioso fiume lo travolge insieme al padre. Malgrado questi contrattempi padre e figlio approdano allo stadio del grande concerto. Il coraggioso Max segna al suo attivo due risultati positivi: è riuscito a salire sul palco della gloria, ballando il rock a fianco dello scatenato Powerline (mantenendo così la promessa fatta a Roxanne), oltre che a intendersi finalmente con papà Pippo, conservatore incallito, tuttavia disgelatosi per il gran bene che porta al suo rampollo.
Le follie dell'imperatore
In un regno lontano circondato da altissime montagne, il giovane Kuzco esercita in modo arrogante il proprio ruolo di imperatore. Convinto che ogni suo ordine debba immediatamente venire realizzato, decide di farsi costruire una villa con piscina in un luogo dove sarà necessario sfrattare altre persone, tra cui il contadino Pacha e la sua famiglia. Kuzco è indifferente a tutto, ma sottovaluta l'odio che ha verso di lui la sua perfida consigliera Yzma. Costei riesce a fargli bere una pozione particolare che trasforma Kuzco in un lama. Così ridotto, Kuzco è costretto a lasciare la reggia e a rifugiarsi nella foresta. Qui si trova fianco a fianco con Pacha, gigante dal cuore buono, che si dice disponibile ad aiutare l'imperatore. All'inizio Kuzco non sopporta la presenza dell'uomo, cerca di stare lontano da lui e anche di liberarsene. Insieme affrontano momenti difficili e situazioni rischiose. Kuzco prova ad eliminare Pacha, lasciandolo solo in circostanze pericolose, finché si rende conto che questa ostilità non ha vere motivazioni. C'è un pericolo più grosso da combattere ed è quello rappresentato da Yzma, ormai convinta di essere la nuova padrona. Solo grazie all'aiuto di Pacha e della sua famiglia, Kuzco riesce infine a tornare a palazzo, a riacquistare la propria identità e a riappropriarsi del titolo. Nel frattempo l'esperienza gli ha insegnato ad essere più tollerante e disponibile. Così la casa con piscina viene realizzata e non per sé ma a disposizione di Pacha e di altri abitanti del posto.
 Rubrica ideata da Twins Books Lovers

2 commenti:

  1. Io faccio parte del clan dei fedeli alla Bella e la Bestia, ma Mulan è decisamente uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)