lunedì 20 febbraio 2012

30 giorni di me #5


5) Il momento più brutto della mia vita.
Beh, a 21 anni suonati, posso dire che sono fortunata. Della mia famiglia allargata, ho perso solo due nonne quando ero molto piccola e quindi non mi ricordo molto. Certo mi spiace ma non posso definitli ricordi così terribili. Di momenti veramente brutti non ne ho mai vissuti ma c'è stato un periodo dove ho sofferto molto.
La perdita di Ombra, il mio cane. Mio per modo di dire, era mia madre che se ne occupava ma io e Ombra avevamo un legame forte e quando è stata soppressa, mi si è spezzato il cuore. Non è stato un atto d'Amore, non stava male. Quel giorno lì è stato il più brutto, mi sono sentita una traditrice per non averla nemmeno salutata, per non aver fatto nulla per sistemare le cose. Dopo 4 anni mi rendo conto che non avrei potuto modificare le cose, era già tutto deciso ma ne soffro molto ancora.


Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)