martedì 1 maggio 2012

Felici Hunger Games!

Miei cari Pulcini, oggi mi trovo qui per mettervi al corrente delle emozioni che mi ha suscitato un film che ho visto ieri sera. Ovviamente sto parlando di Hunger Games.


Qualche mese fà, avevo trovato su internet la trama di questo libro. Trovandolo molto originale, decisi di comprarlo e leggerlo (tra l'altro, pensavo fosse autoconclusivo).
Molto dopo, scoprii che ne avrebbero tratto un film. Spesso, odio i film tratti dai libri, perchè li cambiano per i loro voleri (o incassi) e questo non mi va.
La critica perö ha "sviolinato" per loro e gira che ti rigira, ho voluto dare al film una possibilità. L'uscita è ormai alle porte e la tensione è a mille, sopratutto per chi ha già letto il libro.
Pregando in tutte le lingue mio padre, sono riuscita a ottenere i biglietti per l'anteprima!

Lunedì 30 Aprile - Ore 21:30
Finito di mangiare, io e mio padre ci siamo armati di navigatore e speranze pregavamo che il film non fosse deludente)

Ore 21:45
Il cinema è a Bicocca e noi arriviamo da Chiaravalle... Praticamente dobbiamo attraversare Milano ma va bene, la macchina è comoda e non c'è molta gente in giro.

Ore 21:55
Il navigatore non si rende conto che quando dice "girare a sinistra" e noi non lo facciamo, non è per capriccio ma per il semplicissimo fatto che NON possiamo girare a sinistra. Quella strada è un cantiere unico.

Ore 22:10
Navigatore del menga. In teoria dovevamo essere già al cinema per ritirare i biglietti! Sembra di essere in un labirinto, non c'è nessun cartello!

Ore 22:20
Il cinema sembra sparito, non si trova. Papà cristona a tutto spiano e il film mi sta salutando.... è tardissimo!!

Ore 22:30
Stiamo per perdere le speranze. Siamo ancora qui a girare solo perchè papà vuole vedere dove cacchio è sto cinema. Io prego la mia buona stella, magari siamo ancora in tempo.

Ore 22:35
Finalmente l'abbiamo trovato il posto. Scendiamo dalla macchina e cerchiamo l'entrata...... Ma dov'è???? Non si trova!!

Ore 22:45
Ingresso trovato, siamo saliti. Adesso dobbiamo ritirare i biglietti. Dovrö fare gli occhioni dolci al cassiere per poter entrare! Insomma, nulla mi terrà fuori da quella sala!!!!!!!!!

Ore 22:46
La fila è eterna ma fortunatamente possiamo prendere i biglietti al totem, basta eseguire le sue istruzioni.
.................... scusa ma noi siamo in due, perchè ne stampa uno?! Eh no.... cosa vuol dire che c'è un problema alla macchinetta?? We noi ne abbiamo pagati due e DUE ne vogliamo!

Ore 23:00
Tra una balla e l'altra, siamo riusciti ad entrare insieme e adesso incomincia il film, sperem.....

Ore 1:10
Titolo di coda.
Non c'è stato l'intervallo e ho le gambe addormentate, maledette sedie...
Mi giro e guardo papà, leggo sulla sua espressione uno sguardo vagamente annoiato. Non è il suo genere e io, l'unica cosa che riesco dire è "ma non è cosî che doveva finire"

Non faccio per lavoro la critica di film ma avendo letto il libro, mi immaginavo un certo tipo di cose che NON ho trovato durante la proiezione. Hanno stravolto gran parte della storia e mi ha deluso profondamente. Non è pessimo, mentirei, perö ci sono cose che stridono con la versione che conosco.
Le emozioni che ho provato, non sono dettate dalla sceneggiatura ma dal fatto che già sapevo cosa sarebbe successo e i vari particolari.
Deludente, sopratutto dopo le difficoltà per arrivare fin lî. Mi consola il fatto che non sono l'unica a pensarlo.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)