mercoledì 8 maggio 2013

Conosciamoli meglio #4 - Interviste ai blog

Buongiorno a tutti! 
Oggi continua il nuovo progetto ideato da me, al quale la mia Momy del Blog Books Land si è unita con mio grande piacere!
Vi starete chiedendo che cosa ci siamo inventate? Nulla di speciale e che non si sia mai visto negli altri blog, ma abbiamo deciso di dare spazio, oltre che alle nostre idee, anche agli altri blog che seguiamo.
Ogni mercoledì, infatti, posteremo un’intervista che abbiamo fatto a blogger più o meno conosciuti, per sapere come gestiscono i loro blog, cosa ne pensano dei Giveaway, se preferiscono leggere libri cartacei o e.book!
Nelle domande che abbiamo fatto loro ci sono tante curiosità, e speriamo, in questo modo, di farvi conoscere tanti nuovi blog da seguire. 
Se vorrete seguirci in questo nuovo viaggio sono sicura che insieme ci divertiremo come sempre!!

Partiamo subito con il blog Le recensioni di Chiara


Partiamo dalla struttura del blog, da dove nasce l’idea di aprire il blog e come hai scelto il nome?
L’idea del blog nasce dall’esigenza di condividere la mia immensa passione per i libri con qualcuno, per discutere, chiacchierare e scambiare opinioni. Il nome iniziale era qualcosa tipo “I love shopping books”, ma c’era qualcosa che non mi convinceva, così ho pensato a un titolo più personale – magari non originale è vero -, ma che rispecchia totalmente quello che faccio: “Le Recensioni di Chiara”.


L'ispirazione per la grafica che utilizzi da dove viene? La cambi spesso? Nel senso, segui molto il filone delle stagioni e delle festività?
La grafica è cambiata molto da quando ho iniziato. Appena aperto il blog non sapevo dove mettere le mani, per fortuna qualche anima pia mi ha aiutato e consigliato. L’header iniziale non mi entusiasmava molto e ho chiesto aiuto a una grafica bravissima per sostituirlo con quello che c’è ora, che adoro. Cambio spesso lo sfondo, a seconda delle stagioni e delle feste. Quanto mi piacciono i soggetti tematici, come ad esempio le zucche e le streghette che popolano il mio blog ad Halloween ^_^


Tra le rubriche che tieni qual è quella a cui sei più affezionata/o ? E solitamente preferisci usare quelle già esistenti o preferisci basarti sulla tua fantasia e crearne di nuove?
Esistono tante rubriche in giro per il web, ma cerco sempre di crearne di originali, bisogna distinguersi! Non ne ho molte, giusto un paio (una recente su tuo consiglio cara Monica!), ma sono affezionata alla rubrica “The Most Beautiful Sentence”: l’avevo abbandonata tempo fa, ma alcune care amiche mi hanno convinta a ripristinarla e adesso va molto bene. Si tratta di scrivere sotto al post una frase di un libro che ci ha colpiti e io poi scelgo la più bella del mese, secondo il mio modesto parere! :P


Giveaway Si o Giveaway No.. cosa ne pensi di chi gestisce il blog andando avanti solo a concorsi per aumentare i followers?
Quando si apre un blog all’inizio si è tentati di fare di tutto pur di avere qualcuno che ti segua, ma ho imparato a mie spese che bisogna conquistare la fiducia dei lettori, ci vuole tempo, ma poi si viene ripagati con la presenza assidua sul blog di commentatori fissi e con la nascita di “amicizie virtuali”. Anch’io ho fatto dei giveaway originali, almeno spero, ma poi mi son fermata e va bene così. Vedo ancora dei blog in giro che organizzano concorsi per vincere libri a cui partecipa tanta gente, ma se poi vai a scorrere gli altri post ci sono zero commenti, non è un po’ triste? 


Con quanta frequenza cerchi di aggiornare il blog e fai la recensione di tutto quello che leggi o ogni tanto tralasci qualche libro?
Parto dalla seconda domanda: non tralascio nessun libro che leggo J Mi è capitato soltanto una volta di non recensire il libro di un’autrice esordiente perché era davvero illeggibile. Sono stata sincera con lei e le ho scritto che la sua opera era per me incomprensibile, perciò non potevo recensirla, ma lei per fortuna ha capito!
Ho allentato un po’ l’aggiornamento del blog, perché ho capito che bisogna lasciare il tempo a tutti di commentare i post, perciò scrivo due-tre volte a settimana, a volte anche una.


Ti è mai capitato di trovare pesante il fatto di dover fare una Recensione?
Assolutamente sì! Purtroppo mi succede con gli autori esordienti. E’ raro che mi capiti tra le mani un’opera degna di essere pubblicata, non solo, direi un’opera godibile e non straziante da leggere, perciò sì, mi è capitato più di una volta di dover recensire un libro su cui non avevo molto da dire. Ma è successo anche con libri di case editrici!


 In media, quanto leggi in un mese?
  Non so darti un numero preciso, anche perché solitamente leggo tre libri contemporaneamente e sono piuttosto veloce. Quindi direi… non so… cinque libri al mese? Per non esagerare dai ;-)


Che differenza c'è per te tra Recensione e Pensiero?
 Per quanto mi riguarda recensione=pensiero. Non si tratta di redigere una recensione professionale e critica, ma di trasmettere agli altri il mio pensiero – sincero e onesto – su un libro.


 Meglio gli ebook che ti fanno risparmiare soldi e spazio o meglio il cartaceo con il suo odore e la bellezza di girare le pagine?
 Eeee l’annosa questione: digitale o cartaceo? Naturalmente rispondo cartaceo. Non prendiamoci in giro dai, come si fa a non amare l’odore della carta, le copertine colorate, la sensazione che ti dà sfogliare un libro “in carne e ossa”? D’altra parte non posso nasconderti che non apprezzo il mondo digitale, per un semplice fatto economico e di spazio. Mio marito vorrebbe uccidermi, perché la nostra libreria si sta piegando sotto il peso dei libri! E pensa che ho lasciato il resto a casa dei miei! Però quando leggo un ebook è come se non riuscissi a entrare nella storia, non so se riesco a spiegarmi, è come se non la sentissi mia.


Autori Italiano o Stranieri? Quali preferisci e perché
 Amo la letteratura in generale, i russi, i francesi, gli inglesi, gli americani, i tedeschi e sì, anche gli italiani.
Se parliamo di letteratura contemporanea, direi che preferisco gli stranieri.


Qual è il genere che non sopporti più?
Mah, ti dirò, non c’è un genere che non sopporto. Ti potrei dire il fantasy, ma l’ho scoperto da poco e lo sto apprezzando, il problema è che ne è stato fatto un business quindi ultimamente viene pubblicato di tutto e di più ed è questo quello che mi dà fastidio.


 Da dove è nata la passione della lettura?
 Sicuramente dai miei genitori che amano leggere. I miei gusti si avvicinano più a quelli della mia mamma, infatti ci scambiamo i libri, mentre il mio papà è più “filosofico”.
E poi la scuola, per fortuna, è riuscita a trasmettermi conoscenze e a ingigantire il mio amore per la lettura, fin dalle scuole medie. Ci portavamo in biblioteca una volta al mese, sceglievamo un libro e poi dovevamo compilare la scheda di lettura. La mia prima scelta fu “Il giardino segreto” di Frances Hodgson Burnett. E da lì non ho più smesso di leggere!!


 Riesci a leggere quando intorno a te c'è confusione?
  Sì, riesco a isolarmi per fortuna. Anche perché di solito leggo sui mezzi, dove se non riesci a isolarti è impossibile leggere. Però poi incontri persone davvero maleducate che ti gridano nelle orecchie mentre parlano al telefono e lì beh, rinuncio :-/


Quanto impegno ti ci vuole per star dietro alle Case Editrici?
Mah, all’inizio l’ho preso come un impegno costante, leggevo prima i libri delle CE e poi i “miei”, chiamiamoli così, ma poi ho capito che avevo aperto il blog per un motivo preciso, cioè condividere la mia passione per i libri – libri che sceglievo io – e, dato che le CE non dimostrano chissà quale gratitudine ho dato e do precedenza alle mie priorità. 


Per quale motivo hai iniziato a Collaborare?
 Sinceramente? Dopo un po’ che avevo aperto il blog ho visto che facevano tutti così, quindi ho iniziato a inviare email alle CE. Il mio sogno è stato sempre quello di lavorare in una CE, perciò collaborando con loro, sentivo che in qualche modo il mio sogno si stava realizzando. In realtà collaboro con una sola CE ora, anche perché qualcuno prima o poi mi deve spiegare le modalità di scelta di un blog. Le CE collaborano con tutti, anche con chi non si occupa prettamente di libri, anche con chi ha due lettori o chi ha diversi followers ma nessun commento o pochissime visualizzazioni. Quali sono i criteri? Comunque a me va bene così. Sono felice di collaborare con questa CE, pubblica libri che apprezzo e ben curati.


I libri delle Case Editrici hanno la precedenza incondizionata su tutto? O aspetti di finire un libro personale che avevi già iniziato?
 Uuuu ho già risposto a questa domanda! :P

Se ti chiedessi di consigliarmi tre libri di tre generi diversi, quali mi consiglieresti?
 Chick-lit in primis: la serie “I love shopping” della mitica Sophie Kinsella; “Torta al caramello in Paradiso” di Fannie Flagg come romanzo chiamiamolo rosa e poi… beh, consiglio la lettura dei classici a tutti!


C’è qualcosa che non ti abbiamo chiesto che hai voglia di raccontarci?
Intanto, Monica e Noemi, vorrei ringraziarvi per questa intervista, ne sono stata onorata.
E’ così bello conoscere persone piacevoli e simpatiche, perché ricordiamocelo, dietro un blog, dietro un computer, c’è pur sempre una persona con cui può nascere anche una bella amicizia.
E poi un consiglio: LEGGETE LEGGETE LEGGETE ^_^
Un bacione ♥


Speriamo che l'intervista vi sia piaciuta e vi aspettiamo la settimana prossima con Francy di "Franci lettrice sognatrice"

Noemi e Monica

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)