mercoledì 22 maggio 2013

Conosciamoli meglio #6 - Interviste ai blog

Buongiorno a tutti! 
Oggi parte un nuovo progetto ideato da me, al quale la mia Momy del Blog Books Land si è unita con mio grande piacere!
Vi starete chiedendo che cosa ci siamo inventate? Nulla di speciale e che non si sia mai visto negli altri blog, ma abbiamo deciso di dare spazio, oltre che alle nostre idee, anche agli altri blog che seguiamo.
Ogni mercoledì, infatti, posteremo un’intervista che abbiamo fatto a blogger più o meno conosciuti, per sapere come gestiscono i loro blog, cosa ne pensano dei Giveaway, se preferiscono leggere libri cartacei o e.book!
Nelle domande che abbiamo fatto loro ci sono tante curiosità, e speriamo, in questo modo, di farvi conoscere tanti nuovi blog da seguire. 
Se vorrete seguirci in questo nuovo viaggio sono sicura che insieme ci divertiremo come sempre!!

Questa settimana è il turno di SILVIA di ... Il piacere delle lettura 


Partiamo dalla struttura del blog, da dove nasce l’idea di aprire il blog e come hai scelto il nome?
Nel 2004 ho aperto il sito per raccogliere le recensioni e promuovere nel mio piccolo la letteratura di nicchia e non (ai tempi recensivo romance da edicola in quantità!), ma col tempo ho sentito l’esigenza di dire la mia anche su altre cose, di avere un rapporto più diretto con chi mi seguiva e così è nato il blog. Diciamo però che nonostante lo reputi una costola del sito è più che altro un osso del piede, essendo decisamente meno seguito. Ma è giusto così, le recensioni prima di tutto!
Il nome è molto banale, …il piacere della lettura, ma riassume una verità universale per chi condivide questa passione. Ed è molto facile da ricordare xD
P.S. tengo molto ai tre puntini davanti, ma tutti se li dimenticano!

L'ispirazione per la grafica che utilizzi da dove viene? La cambi spesso? 
Nel senso, segui molto il filone delle stagioni e delle festività?
Assolutamente no. Dal 2004 la grafica del sito l’ho cambiata 3 volte, ma solo perché la prima era davvero oscena: ho fatto un favore all’umanità a cestinarla te l’assicuro (ma conservo uno stamp della videata e quando voglio farmi del male lo riguardo). Per Natale aggiungo magari un alberello, due palle, tre lucine, ma poca roba, perché il cambio di grafica destabilizza troppo, come quello di avatar. Credo sia importante una certa continuità per evitare confusione nei followers, almeno io mi sono ritrovata spesso ad andare su un blog, vederlo completamente diverso, e chiedermi se era proprio lì che volevo andare… :P


Per questo motivo ho strutturato blog e sito con la stessa grafica (molto semplice tra l’altro, i protagonisti devono essere sempre i libri!), e al momento sono soddisfatta del risultato.


Tra le rubriche che tieni qual è quella a cui sei più affezionata/o ? 
Preferisci usare quelle già esistenti o preferisci basarti sulla tua fantasia e crearne di nuove?
Non uso nessuna rubrica esistente tranne weekly recap che è una sorta di riassunto settimanale ispirato a clock rewinders on a book binge, ma non sono precisa come un orologio svizzero e ogni tanto la salto. Ho ideato Libro VS Film (che è la rubrica a cui sono più affezionata), all’inizio la postavo di giovedì, ma è diventata a cadenza casuale perché purtroppo non ho né il tempo né la costanza per scadenze così a breve termine. Devo scrivere di getto e parlare di quello che mi va al momento, quindi mi sono liberata di ogni imposizione cronologica. Alla fine il numero di post settimanali non è cambiato, con la differenza che mi sento più libera ^^ 


Giveaway Si o Giveaway No...
Cosa ne pensi di chi gestisce il blog andando avanti solo a concorsi per aumentare i followers?
In effetti ci sono blog che ne fanno spesso, altri che sicuramente con questa tattica si sono accaparrati un bel po’ di followers, ma fondamentalmente di utenti fantasmi che si iscrivono solo per ricevere un romanzo chi ne ha bisogno? Personalmente ho regalato pochi libri, ma non ho mai scritto “se vuoi partecipare devi essere follower del mio blog”. Se ti va mi segui, mi fa piacere, altrimenti no e siamo tutti felici e contenti lo stesso! Non mi piacciono le costrizioni di nessun tipo se non si è capito XD


Con quanta frequenza cerchi di aggiornare il blog e fai la recensione di tutto quello che leggi o ogni tanto tralasci qualche libro?
Solitamente recensisco tutto, anche se ho avuto periodi “out” in cui ho abbandonato un po’ il sito e in quei casi non ho parlato dei libri letti. Purtroppo mi piace recensire a caldo, a distanza di tempo divento un po’ cerebrolesa e riesco a dire solo “bello”, “brutto”, “carino”…
Con che frequenza? Mmmh… diciamo che faccio circa 3 post a settimana. A volte 4, altre volte 2! Ma è capitato anche zero O_O!


Ti è mai capitato di trovare pesante il fatto di dover fare una Recensione?
Faccio spesso fatica con le recensioni a tre stelle. Tre stelle per me è il classico voto paraculo che può nascondere un libro potenzialmente bellissimo che mi ha deluso o un libro potenzialmente osceno che mi ha stupito. A volte argomentare una verità che sta nel mezzo non è sempre facile.


In media, quanto leggi in un mese?
Dipende dal numero di pagine di ogni volume. Mediamente dai 5 agli 8 libri.


Che differenza c'è per te tra Recensione e Pensiero?
Il pensiero è quello che posso lasciare su anobii, goodreads, o su un altro blog. Una recensione è un insieme di impressioni oggettive e soggettive.


Meglio gli ebook che ti fanno risparmiare soldi e spazio o meglio il cartaceo con il suo odore e la bellezza di girare le pagine?
Io sono old style, retrò, vintage… non disprezzo gli ebook, ma amo molto di più il romanzo cartaceo.


Autori Italiano o Stranieri? Quali preferisci e perché?
Ho una sorta di diffidenza verso gli autori italiani, perché spesso (almeno per mia esperienza, magari pure sfortunata) tendono a essere pomposi e logorroici. Dicono in 50 parole quello che potrebbe riassumersi in 5. A me piacciono gli autori diretti, incisivi, capaci di arrivare subito al dunque, e gli autori stranieri ci riescono meglio. Ci sono comunque le eccezioni, anzi sto aspettando con ansia l’ultima fatica di Donato Carrisi!


Qual è il genere che non sopporti più?
Nessuno. Vado a periodi quindi ci sono momenti che mi oriento verso un genere piuttosto che un altro, ma non arrivo mai a non sopportarne più uno. Il trucco è leggere di tutto per non stancarsi di niente ^^



Da dove è nata la passione della lettura?
Dal DNA a credo. Se penso a me da piccolina mi vedo in fila all’asl per una delle tante vaccinazioni obbligatorie con in mano Momo di Michael Ende.



Riesci a leggere quando intorno a te c'è confusione?
Io leggo tantissimo in corriera mentre vado e torno dal lavoro e riesco a isolarmi perfettamente, quindi direi di sì, la confusione non m’impedisce di leggere, e l’unico rischio che corro è quello di non scendere alla fermata giusta! 


Quanto impegno ci metti per star dietro alle Case Editrici?
Adesso nessuno. Io non lavoro per loro, mi ritengo solo fortunata se posso ricevere in omaggio un libro in cambio di una recensione. Ho smesso di pubblicare i comunicati stampa perché mi sembravano una perdita di tempo notevole e perché io per prima non ne sono mai stata attratta. Per me la recensione è l’anima di uno spazio letterario, non c’è anteprima o rubrica che tenga!


Per quale motivo hai iniziato a Collaborare?
Penso di essere stata una delle poche fortunate a essere stata contattata da diverse Case Editrici, ma probabilmente perché anni fa gli spazi letterari virtuali erano davvero pochi! Figurati che quando mi sono iniziati ad arrivare i comunicati stampa non avevo nemmeno capito che potessi chiedere un libro, finché non mi è stato detto chiaramente. Mi si è aperto un mondo! Io, che recensivo praticamente solo libri vecchi che recuperavo nei mercatini o in libreria (per risparmiare), finalmente potevo affacciarmi anche alle novità!


I libri delle Case Editrici hanno la precedenza incondizionata su tutto? 
O aspetti di finire un libro personale che avevi già iniziato?
Se ho già iniziato un libro di certo non lo mollo, ci mancherebbe altro. Poi se ho richiesto o accettato di leggere un libro per una Casa Editrice mi sembra corretto farlo in tempi decenti. Per correttezza verso di loro - e verso me stessa - prima di recensire un libro cerco informazioni, mi documento, tento di capire se potrebbe realmente piacermi, poi magari mi butto. In pratica mi comporto come se quel libro dovessi comprarlo. 

(Ovviamente faccio così solo perché ho imparato dagli errori passati :P)


Se ti chiedessi di consigliarmi tre libri di tre generi diversi, quali mi consiglieresti?
L’Invasione degli Ultracorpi di Jack Finney - fantascienza
Rosemary’s Baby di Ira Levin – horror, thriller
I Giorni del tè e delle rose di Jennifer Donnelly – fiction, romantico


C’è qualcosa che non ti abbiamo chiesto che hai voglia di raccontarci?
Tre cosine.
Vorrei smantellare la camera degli ospiti e farci una biblioteca.
Vorrei lavorare in una libreria.
Non vorrei fare la scrittrice.



Grazie a tutti per l'attenzione e arrivederci alla prossima settimana con Angelica di "Il castello tra le nuvole" 

Noemi e Monica

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Riconoscimenti

Riconoscimenti