mercoledì 29 maggio 2013

Conosciamoli meglio #7 - Interviste ai blog

Buongiorno a tutti! Oggi prosegue il progetto ideato da me, al quale la mia Momy del Blog Books Land si è unita con mio grande piacere!Vi starete chiedendo che cosa ci siamo inventate? Nulla di speciale e che non si sia mai visto negli altri blog, ma abbiamo deciso di dare spazio, oltre che alle nostre idee, anche agli altri blog che seguiamo.Ogni mercoledì, infatti, posteremo un’intervista che abbiamo fatto a blogger più o meno conosciuti, per sapere come gestiscono i loro blog, cosa ne pensano dei Giveaway, se preferiscono leggere libri cartacei o e.book!Nelle domande che abbiamo fatto loro ci sono tante curiosità, e speriamo, in questo modo, di farvi conoscere tanti nuovi blog da seguire. Se vorrete seguirci in questo nuovo viaggio sono sicura che insieme ci divertiremo come sempre!!

Questa settimana è il turno di Angelica Il castello tra le nuvole

Partiamo dalla struttura del blog, da dove nasce l’idea di aprire il blog e come hai scelto il nome?
Uhm... ho deciso di aprire il blog più di due anni fa con l'intento di parlare di quello che mi piaceva, e se all'inizio non l'avevo presa troppo sul serio ora è diventata decisamente una cosa importante!
Chi mi segue da tempo sa sicuramente che una volta il blog si chiamava “Angelic's World”, ma quale nome più banale?
L'idea di cambiarlo mi è venuta un giorno, dopo aver aperto uno dei regali della mia amica e gemellina Ro. Dentro c'era una busta con una lettera indirizzata ad “Angelica” che viveva nel “Castello tra le nuvole”. Detto fatto!

L'ispirazione per la grafica che utilizzi da dove viene? La cambi spesso? Nel senso, segui molto il filone delle stagioni e delle festività?
Non mi ispiro a niente di particolare ^^ Ci sono momenti in cui dico “Devo cambiare grafica!” e allora chiamo Ro che mi fa da consulente e vediamo di tirarne fuori qualcosa, dopo lunghi pomeriggi di riflessione. Altrimenti capita che io veda un'immagine che mi piace e che dica “E' quella giusta” ed è fatta.
In ogni caso, no, non seguo molto le festività. L'unica cosa che cambia nel blog è la “principessa” di turno che da il benvenuto. Ad Halloween era una vampira, per esempio :)


Tra le rubriche che tieni qual è quella a cui sei più affezionata/o ? E solitamente preferisci usare quelle già esistenti o preferisci basarti sulla tua fantasia e crearne di nuove?
Una di quelle a cui sono più affezionata è sicuramente Crazy Readers, una delle due che io abbia mai inventato e che condivido con la mia gemellina. In genere però uso rubriche inventate da altri.


Giveaway Si o Giveaway No.. cosa ne pensi di chi gestisce il blog andando avanti solo a concorsi per aumentare i followers?
Io non ho mai fatto un GA, neanche una volta. Non apprezzo i blog che si conquistano followers solo perchè ne fanno molti, ma mi piace che ogni tanto qualche blogger voglia regalare un libro ai lettori per ringraziarli, l'ho sempre trovata una cosa carina se fatta a modo.


Con quanta frequenza cerchi di aggiornare il blog e fai la recensione di tutto quello che leggi o ogni tanto tralasci qualche libro?
Mi piacerebbe riuscire ad aggiornare il blog tutti i giorni, e ci sono periodi in cui ci riesco abbastanza. Altre volte, invece, per causa di forza maggiore il blog resta un po' vuoto, mi vengono i sensi di colpa e cerco cinque minuti per fare un post...
Per quanto riguarda le recensioni mi è capitato di tralasciare alcuni libri parecchio tempo fa, ma ultimamente cerco di recensire tutto.


Ti è mai capitato di trovare pesante il fatto di dover fare una Recensione?
Dipende da che si intende per “pesante”. Fare recensioni, per chiunque sia un minimo pignolo, è un momento particolare: bisogna stare attenti a molte cose, si cerca di non cadere nel banale e anche di scrivere qualcosa di piacevole da leggere. Ovviamente, non sempre è una passeggiata.
Se intendi “pesante” nel senso che non ho mai voglia di scriverle, beh, tutti hanno i loro momenti no, ma in genere lo faccio anche per me stessa, quindi mi piace.


In media, quanto leggi in un mese?
Dipende dai periodi purtroppo... Nei mesi giusti leggo come una matta, ma in linea di massima direi circa dai 5 libri in su.


Che differenza c'è per te tra Recensione e Pensiero?
Non ho mai scritto “pensieri”, ma solo “recensioni”. Così su due piedi mi verrebbe da dire che un pensiero è un'opinione personale meno dettagliata di una recensione, più sintetica e dritta al punto.


Meglio gli ebook che ti fanno risparmiare soldi e spazio o meglio il cartaceo con il suo odore e la bellezza di girare le pagine?
Non amo gli e-book. Sono sicuramente pratici, leggeri e occupano pochissimo spazio, ma purtroppo io lavoro già a scuola con uno schermo retroilluminato per 5 ore più i compiti a casa e lo studio, se mi mettessi quotidianamente a leggere al pc o so un tablet (perchè probabilmente non avrò mai un kindle o giù di lì) avrei mal di testa ogni due minuti e gli occhi rossi come non so cosa, quindi visto che sono particolarmente sensibile rimango alla carta (che comunque prediligerei anche in altre condizioni).


Autori Italiano o Stranieri? Quali preferisci e perchè
Leggo quasi esclusivamente autori stranieri, ma non so precisamente perchè. Leggo un sacco di trame di libri italiani, ma purtroppo i ¾ non mi attirano, per cui finisco per ripiegare su autori americani e inglesi, a volte spagnoli.


Qual è il genere che non sopporti più?
Ultimamente va di moda l'urban fantasy, e se non mi piacesse ne sarei davvero stufa. Purtroppo però è uno dei miei generi preferiti e l'enorme produzione è solo pane per i miei denti.


Da dove è nata la passione della lettura?
Dal nulla ^^ I miei genitori non leggono, non ho fratelli o sorelle, e solo un paio di zii e una cugina leggono con una certa frequenza, ma ho cominciato a parlare di libri con loro solo quando ero già da un po' appassionata. Quindi direi che era destino xD In ogni caso, qualsiasi sia stata la causa scatenante, sono molto contenta di dove mi ha portata.


Riesci a leggere quando in torno a te c'è confusione?
No, assolutamente! A meno che io non sia già super concentrata e immersa nella lettura, non ci riesco. Mia mamma si lamenta sempre perchè non sto mai con lei in casa. Il problema è che lei guarda la tv e io non riesco a leggere, quindi vado in un'altra camera. Lo stesso vale per la musica: se ha un testo che riesco a comprendere per un minimo, io canto, e se canto non riesco affatto a leggere.


Quanto impegno ti ci vuole per star dietro alle Case Editrici?
La collaborazione è sicuramente un grande impegno, soprattutto per via dei pacchi e delle consegne. E' comunque un impegno serio, per quanto ad alcuni non sembri proprio, per cui a volte diventa anche difficile.


Per quale motivo hai iniziato a Collaborare?
Le collaborazioni mi interessavano da un po', anche perchè molti blog collaboravano e io invece ero ancora “indietro”. In ogni caso, mi piaceva l'idea di poter fare un lavoro più completo per il blog: le collaborazioni sembrano sempre il “ricevere libri gratis” ma è anche pubblicare anteprime e rendere più partecipi i lettori delle nuove uscite.


I libri delle Case Editrici hanno la precedenza incondizionata su tutto? O aspetti di finire un libro personale che avevi già iniziato?
Assolutamente no! Certo, non faccio mai passare troppo tempo perchè sarebbe un segno di scarsa affidabilità e serietà, ma se sono a metà di una lettura prima finisco il libro che ho in corso e quello della Casa Editrice sarà la lettura successiva.


Se ti chiedessi di consigliarmi tre libri di tre generi diversi, quali mi consiglieresti?
Thriller (da definizione di Wikipedia, ma...): L'ombra del vento, di C. R. Zafòn *_* Uno dei miei libri preferiti in assoluto.
Distopico: Delirium, di Lauren Oliver
Classico: Orgoglio e pregiudizio
Sono tre dei miei libri preferiti di sempre ^^




C’è qualcosa che non ti abbiamo chiesto che hai voglia di raccontarci?
No, mi sembra che sia tutto :) E' stato molto carino :D Grazie a voi per queste belle domande!


Grazie a tutti per l'attenzione e arrivederci alla prossima settimana con Juliette di "Sweety Readers

Noemi e Monica

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Riconoscimenti

Riconoscimenti