martedì 18 giugno 2013

Come una lucciola

Chiudi gli occhi e pensa intensamente alle persone a cui vuoi bene, a tutte le persone che non possono essere con te in questo momento. Cosa staranno facendo stasera? Vediamo se riesci a scoprirlo! Prendi la lanterna magica e incamminati lungo il Sentiero Incantato. Dove ti porterà questa sera? Sei all' esterno e stai risalendo una collina. Mentre sali sempre più in alto soffi e sbuffi. È buio ma vedi alcuni puntini luminosi non molto lontani. Sono le finestre luminose delle camere da letto dei tuoi compagni di scuola, che stanno dormendo e sognando proprio come te. Ora sei in cima alla collina.

Vedi delle luci lontane risplendere: sono così tante, come lucciole che danzano. Mentre guardi diventi sempre più leggero e sempre più luminoso. Ti senti proprio come se fossi tu stesso una lucciola: tremolante di luce, voli da un posto all'altro! Quel quadrato di luce laggiù! È dove abita il tuo migliore amico! Cosa credi ci sia dietro quella finestra? Il tuo amico starà ascoltando una storia come te? Manda al tuo amico alcuni pensieri felici e, chissà, magari anche lui te ne manderà alcuni in risposta! Ora svetti ancora più in alto nel cielo. In un'altra città una luce sta splendendo da una porta aperta, illuminando il giardino esterno. È un'altra persona a cui vuoi bene.

Chi è? Guarda! C'è qualcuno lì in piedi proprio adesso, fuori dalla casa, a osservare la notte buia. Ci sono anche un cane e un gatto seduti lì. Allungati e accarezza la testa morbida del cane. Senti l'orecchio peloso sotto la tua mano. Continua a volare. Adesso andrai persino più lontano di quanto una lucciola possa volare. Viaggerai per tutto il mondo e poi tornerai qui. Immagina di vedere tutta la Terra sotto di te in questa notte buia. Le grandi città sono illuminate come torte di compleanno. Quelle più piccole sono puntini gialli. Tutte le città e i paesi sono uniti tra loro da strisce di luci incantate che in realtà sono strade e ferrovie. Segui una di queste strisce di luce fino all' altro capo del mondo. Potresti dover attraversare quelle grandi pozze oscure, senza nemmeno una luce. Quelli sono gli oceani. Ma il mondo sta girando e quella parte si illumina.


Lì sotto c'è una città in un altro paese. Immagina cosa stanno facendo i bambini. Forse si stanno svegliando. Immagina che stiano aprendo gli occhi. Forse hanno sognato qualcuno come te. Adesso torna nel tuo paese. Torna nella tua città, nella tua casa, nella tua stanza, calda e accogliente, dove una persona che ti vuole tanto bene è seduta accanto a te, proprio in questo momento ...

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)