mercoledì 31 luglio 2013

Conosciamoli meglio #16 Intervista ai blog

Buongiorno a tutti! Oggi prosegue il progetto ideato da me, al quale la mia Momy del Blog Books Land si è unita con mio grande piacere!Vi starete chiedendo che cosa ci siamo inventate? Nulla di speciale e che non si sia mai visto negli altri blog, ma abbiamo deciso di dare spazio, oltre che alle nostre idee, anche agli altri blog che seguiamo.Ogni mercoledì, infatti, posteremo un’intervista che abbiamo fatto a blogger più o meno conosciuti, per sapere come gestiscono i loro blog, cosa ne pensano dei Giveaway, se preferiscono leggere libri cartacei o e.book!Nelle domande che abbiamo fatto loro ci sono tante curiosità, e speriamo, in questo modo, di farvi conoscere tanti nuovi blog da seguire. Se vorrete seguirci in questo nuovo viaggio sono sicura che insieme ci divertiremo come sempre!!

Questa settimana è il turno di Matteo di "Storie dentro Storie"


1. Partiamo dalla struttura del blog, da dove nasce l’idea di aprire il blog e come hai scelto il nome?
Volevo un posticino in cui condividere una delle mie più grandi passioni, la lettura, ma anche avere la possibilità di confrontarmi con altri appassionati, di conoscere nuovi libri, nuovi autori, e di scoprire generi nuovi. Il nome “Storie dentro storie” proviene da una splendida canzone dei Perturbazione, “Leggere parole”, che ad un certo punto dice ‘non siamo che storie dentro storie più grandi e più piccole di noi”. Mi sembrava perfetto per rappresentare lo spirito del blog.
2. L'ispirazione per la grafica che utilizzi da dove viene? La cambi spesso? Nel senso, segui molto il filone delle stagioni e delle festività?
Mi piacciono i blog con grafiche semplici e non troppo vistose, e poi sono un maniaco dell’ordine, quindi diciamo che la grafica che utilizzo ha queste caratteristiche. Generalmente non la cambio molto, o meglio... mi piace come è strutturato, quindi ciò che modifico in base alle festività o ad altro è semplicemente l’header in alto. Vorrei modificarla più drasticamente, sono in una fase di cambiamento, diciamo... ma non so se ne sono capace, non sono un esperto dell’HTML. Vedremo! :D

3. Tra le rubriche che tieni qual è quella a cui sei più affezionata/o ? E solitamente preferisci usare quelle già esistenti o preferisci basarti sulla tua fantasia e crearne di nuove?
Quella a cui sono più affezionato è sicuramente “Dedicated to...”. Adoro leggere le dediche che gli autori scrivono all’inizio del loro romanzo, mi ci perdo dentro, mi piace immaginare storie a riguardo e in questa rubrica mi piace raccogliere quelle che ho trovato più significative. Sto pensando a un restyling che vedrà la chiusura di alcune delle rubriche che ho tenuto finora, ma questa sicuramente sarà una di quelle che sopravvivrà! :)
Ho usato anche rubriche già esistenti, comunque, mi piacciono molto...

4. Giveaway Si o Giveaway No.. cosa ne pensi di chi gestisce il blog andando avanti solo a concorsi per aumentare i followers?
Giveaway sì, ma senza esagerare. Ogni tanto, quando posso, mi piace poter fare un regalino a chi mi segue... ma diciamo che non è una priorità, mi piace farli per occasioni particolari, ma non mi interessa acquistare followers che magari si iscrivono per partecipare e poi non si fanno più vivi fino al prossimo concorso..

5. Con quanta frequenza cerchi di aggiornare il blog e fai la recensione di tutto quello che leggi o ogni tanto tralasci qualche libro?
Ultimamente molto poco, è un periodo un po’ ingarbugliato. Ci sono stati periodi in cui aggiornavo ogni giorno o quasi, ma ora come ora proprio non ce la farei. Diciamo che secondo me l’ideale sarebbe due o tre post a settimana, massimo quattro. Per dare comunque la giusta visibilità a ciò che si scrive.

Per quanto riguarda le recensioni, non sempre riesco a trovare le parole adatte per parlare di un libro (che mi sia piaciuto o meno), delle volte ho un blocco totale, comincio a rimandare, e poi passano i mesi... argh!

6. Ti è mai capitato di trovare pesante il fatto di dover fare una Recensione?
Eeehhh, sì, certe volte ci ho passato ore e ore a pensarci su, a cancellare e riscrivere... non sempre è così facile trasmettere in parole ciò che un libro ti ha trasmesso!!

7. In media, quanto leggi in un mese?
Tralasciando gli ultimi due mesi, in cui ho letto pochissimo rispetto ai miei standard, leggo molto... almeno cinque o sei romanzi al mese, in media. Poi molto dipende dalla loro lunghezza e da quanto mi catturano... può capitare che divori un libro in due giorni, ma poi magari sul successivo che non ti prende ti trascini per settimane...

8. Che differenza c'è per te tra Recensione e Pensiero?
Non sono un recensore professionista, quindi diciamo che spesso e volentieri il mio pensiero è la mia recensione.

9. Meglio gli ebook che ti fanno risparmiare soldi e spazio o meglio il cartaceo con il suo odore e la bellezza di girare le pagine?
Fino a un anno fa, a questa domanda avrei risposto: “ma che diamine, cartaceo tutta la vita!!!“. Poi però le cose, si sa, cambiano... diciamo che ora acquisto molto cartaceo usato o comunque molto scontato, e generalmente di autori che già conosco e dai quali so cosa aspettarmi. Quando invece devo buttarmi su generi che magari “frequento” poco o su autori emergenti preferisco sempre provare l’e-book, che è più economico. E’ capitato, però, che ricomprassi in cartaceo un romanzo che ho adorato durante la lettura digitale! :-D

10. Autori Italiano o Stranieri? Quali preferisci e perché?
Non ho particolari preferenze in questo senso, devo dire. Leggo molti autori italiani contemporanei e non, e quando mi piacciono, tendo poi a seguirli sempre, ad acquistare tutto ciò che scrivono. Tipo Morozzi, Baricco, la Mazzantini, Farinetti, Ammaniti... ma anche Buzzati e Scerbanenco, che adoro visceralmente!

11. Qual'è il genere che non sopporti più?
Il paranormal romance mi sta parecchio sulle scatole!

12. Da dove è nata la passione della lettura?
Ricordo che durante i primi anni del liceo odiavo a morte le letture imposte! Però poi un giorno la professoressa di italiano ci disse “scegliete un romanzo di formazione da leggere”. Un mio amico mi aveva parlato de “L’amico ritrovato” di Uhlman, e il fatto che fosse molto breve mi invogliò molto :D be’, ne rimasi folgorato, piansi per ore, e da lì... non ho più smesso di cercare quelle sensazioni, quei brividi, quella voglia di leggere storie... Scoprii la Yoshimoto, Murakami, Cunningham... e... mi si è aperto un mondo!

13. Riesci a leggere quando in torno a te c'è confusione?
Non molto, non riesco a trovare la concentrazione... spesso infatti in treno, quando c’è casino, inizio a sbuffare, spazientito! Solo Morozzi, autore che adoro, riesco a leggerlo ovunque. Ma... forse... solo perché le mie risate coprono tutti gli altri rumori! :D

14. Quanto impegno ti ci vuole per star dietro alle Case Editrici?
Inizialmente molto impegno, solo che poi leggere era diventato quasi un dovere piuttosto che un piacere, quindi ho rallentato un attimo. Ho smesso di leggere, a marzo, proprio perché mi sono sentito un po’... oppresso. Ora voglio cercare di dare priorità a me stesso, a ciò che ho voglia di leggere, in base al momento, al mio umore...

15. Per quale motivo hai iniziato a Collaborare?
Principalmente per ricevere notizie riguardo le novità in uscita, e poi per avere la possibilità di leggere e quindi far conoscere ai lettori del blog qualche interessante romanzo che magari non avrei avuto modo di acquistare, visto che i libri costano tanto e di lavoro non se ne vede manco l’ombra.

16. I libri delle Case Editrici hanno la precedenza incondizionata su tutto? O aspetti di finire un libro personale che avevi già iniziato?
A volte sì e a volte no, dipende molto dal momento. Ogni libro ha il suo “momento”, quindi se magari mi vien voglia di leggere un libro che ho in libreria da 5 anni, be’... lo faccio, senza preoccuparmi troppo di cosa sta lì ad aspettarmi sul comodino!

17. Se ti chiedessi di consigliarmi tre libri di tre generi diversi, quali mi consiglieresti?
Direi “Delirium” della Oliver (distopico), “Un delitto fatto in casa” di Farinetti (giallo) e “Despero” di Morozzi (genere... alla Morozzi! :D).


18. C’è qualcosa che non ti abbiamo chiesto che hai voglia di raccontarci?
Uhm... non mi viene in mente nulla, quindi... vi ringrazio per avermi ospitato e dato la possibilità di farmi conoscere, siete state molto gentili! :)


La rubrica andrà in vacanza per le prossime due settimane e ritorneremo Mercoledì 21 Agosto con Franci di Franci Lettrice Sognatrice.

Noemi e Monica

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)