venerdì 31 gennaio 2014

We know something new #3

Ben trovati Pulcini, questo pomeriggio ci ritroviamo qui con la nostra Liliana Marchesi. Settimana scorsa abbiamo parlato del suo libro auto-conclusivo Harmattan (che potete trovare qui), oggi invece ci dedicheremo il primo della trilogia del Piacere...

Titolo: L'origine del peccato 1°
Autrice: Liliana Marchesi
Pagine: 257
Prezzo: € 2,99 Ebook - € 14,00 Cartaceo
Trama: Angeline, 17 anni e capelli di uno strano colore tendente all’arancio, è sopravvissuta al terribile incendio in cui i genitori hanno perso la vita, e che l’ha privata della memoria del suo passato. Dopo essere stata per mesi in ospedale, al suo risveglio troverà Adam ad attenderla, il fratello maggiore. Insieme si trasferiranno nelle Highlands, per cercare di ricominciare una nuova vita riprendendo gli studi e creando delle nuove amicizie. Ben presto, però, il suo passato tornerà a tormentarla, insinuando nella sua mente dubbi, paure e sensi di colpa. A minacciare ulteriormente la tranquillità di Angeline sarà l’arrivo di Mael, l’affascinante leader di un gruppo di circensi, che attraverso delle visioni indotte le svelerà dei segreti inimmaginabili sul suo passato, costringendo Angeline a riconsiderare la propria esistenza.
Un Giardino paradisiaco abitato da esseri immortali, un albero magnifico tenuto in vita da una linfa misteriosa, e un frutto... che scatenerà il caos!

Potete trovare il libro in versione digitale su: Amazon, IBS, KoboBooks e LaFeltrinelli.
Se invece, preferite quello cartaceo, oltre a poterlo ordinare nelle librerie dove di solito andate, potete ordinarlo anche qui: IBS, InMondadori, LaFeltrinelli, Amazon, Youcanprint, Unilibro. Potete anche contattarla qui per farvi mandare una copia autografata.

Ci ritroviamo qui settimana prossima per scoprire come andrà avanti questa storia ^^

1 commento:

  1. Voglio leggere questa trilogia da quando è uscita, eppure non sono ancora riuscita a comprarla.. Troppi arretrati x.x

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)