giovedì 6 marzo 2014

We talk together #2

Ben trovati Pulcini!
We talk together è alla seconda puntata, dove sono felice di potervi presentare Liliana Marchesi, dopo avervi mostrato i suoi libri (HarmattanL'origine del peccatoL'innocenza del peccato e L'ultimo respiro per la redenzione).

Zabettiamo in compagnia e conosciamo meglio questa scrittrice super impegnata...

Ciao Liliana, benvenuta nel mio mondo. Allora, sei una Scrittrice Esordiente ma chi sei quando posi la penna?
Buongiorno a te RedKedi e un caro saluto ai tuoi followers ^_^
Chi sono quando poso la penna? A dire il vero, nella mia testa è come se la penna non la posassi mai! I miei personaggi e le loro storie vivono in me, ed è insieme a loro che affronto la giornata. Di me ti posso dire che sono un’inguaribile sognatrice, e se non sono ancora “passata del tutto” al mondo fantastico, è solo perché ho un piccolo guerriero di quattro anni e un principe azzurro che tengono il mio cuore legato alla realtà!
Ogni giorno cerco di dare il massimo e di fare il possibile affinché i miei sogni diventino realtà, e se c’è una cosa che voglio insegnare a mio figlio è proprio questa... Bisogna lottare per ciò che si ama, senza mollare mai!
Un piccolo guerriero.... hai mai pensato di dedicarti alle storie per i bambini?
A dire il vero ci ho pensato un paio di volte. Ma il mio mondo non è popolato solo da creature splendide e dedite a fare del bene. Nel mio mondo d’inchiostro vi sono anche esseri malvagi e sanguinari che spingono guerrieri ed eroi a far ricorso a tutta la loro passione, alla loro follia e all’amore per riuscire a portare il Bene verso il trionfo, e credo proprio che nulla di tutto ciò debba invadere l’innocenza dei bambini.

Effettivamente, il bello dei bambini è che vedono tutto con occhi innocenti... Quindi, hai un animo tendente al nero? Ecco svelato il perchè dei tuoi libri...
Bè, io credo che in ognuno di noi ci sia il bianco e il nero. Una parte buona e una cattiva. Tutto sta nel riuscire a mantenere l’equilibro fra le due metà.

Cosa ti ha spinto a scrivere questi libri? 
La stessa forza misteriosa che ogni giorno mi spinge ad aprire gli occhi e a respirare. Scrivere è parte di me, una parte che è nata con me e che si è rivelata nel momento in cui la mia anima era finalmente pronta a riconoscerla e ad abbracciarla.

Praticamente è uno stile di vita che ti abbraccia in ogni momento... Tuo marito cosa pensa di questa tua vena artistica? Insomma, non parlando di fatine e principesse, potrebbe essere stranito... o no?
Ti basti sapere che mio marito mi definisce da tempo una “mente malata”! Ogni volta che legge uno dei miei romanzi non si capacita di ciò che la mia fantasia riesce a creare, ed io ovviamente lo prendo come un complimento. Sa quanto impegno metto in ciò che faccio ed è molto orgoglioso di me, anche se a volte vorrebbe che dedicassi meno tempo al mio mondo e più al nostro... Come biasimarlo?! L’auto pubblicazione richiede parecchio lavoro e sacrificio, e sono io la prima a soffrire per via del tempo che privo alla mia famiglia, ma se lavoro così tanto per raggiungere il mio obbiettivo... è anche per loro!

Un uomo che “perdona” il nostro troppo amore per la scrittura e la lettura è da sposare! Quali sono i progetti per il futuro? Immagino che tu stia già scrivendo qualcosa...
Al momento sto lavorando a “Lacrime di cera”, un Paranormal Romance Distopico autoconclusivo. Non posso ancora rivelare la trama, ma vi posso anticipare che sarà ambientato in Russia.

La Russia... un posto molto freddo ma veramente splendido! Allora attendiamo notizie per un nuovo libro....
Vorrei fare anche a te una domanda ardua. Puoi elencare tre difetti dei tuoi libri? Qualcosa che volevi cambiare o qualcosa che non ti convince...
Sì, la Russia è un posto freddo... ma ci saranno personaggi capaci di surriscaldare l’atmosfera!
Più che una domanda ardua... direi che è una domanda crudele! Non si può chiedere ad una madre di elencare i difetti dei propri figli ^_^
Ad ogni modo sono convinta che si possa sempre migliorare quindi ritengo che ogni mio romanzo pubblicato sarà sempre meno bello del prossimo che scriverò!

ahahahahahah come ogni buona madre, sa conoscere i difetti del proprio figlio... Non sviare la domanda, non può essere sempre rosa e fiori una chiaccherata! Comunque concordo sul fatto che si migliora ad ogni passo fatto (o libro pubblicato)
Ahahah! Diciamo che non sono un tipo che rimpiange, quindi pur consapevole del fatto che si può sempre migliorare e ogni cosa potrebbe essere rifatta in modo diverso col senno di poi, sono soddisfatta del risultato finale ^_^

Siamo ormai alla fine, anche se ci sarebbero da dire ancora millemila cose. Prima di salutarci però vorrei farti un paio di domande ancora. In primis, vorrei sapere se hai un libro che ti porti nel cuore… Da bravi lettori, tutti abbiamo più di un libro preferito ma pochi ci entrano nel cuore. Qual è il tuo?
Si, ce ne sono davvero molti, ma se devo sceglierne uno... "La principessa" The Infernal Devices, #3 di Cassandra Clare... La mia autrice preferita in assoluto!

Ultima domanda prima dei saluti veri e propri.... Hai una citazione o una frase che ti piace ripeterti o che dici in giro?
“Ogni libro e' un portale, che attraverso la magia delle parole conduce in un mondo fantastico!”
E' stato un piacere fare due chiacchiere con te!

Il piacere è stato mio e spero anche dei miei cari Pulcini ^^

1 commento:

  1. Ciao, passa dal mio blog http://lettereinliberta.blogspot.it/2014/03/liebster-award.html, c'è un premio per te ! Ciao, Alessandra

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)