giovedì 10 aprile 2014

We talk together #4

Rieccoci qui con la nostra cara Monique.... Sediamoci comodi e partiamo subito...

Buongiorno Monique, benvenuta nel mio angolino. Siamo qui perchè qualche giorno fa ho presentato il suo libro ma vorrei sapere qualcosa di più su di lei. Com'è nella vita di tutti i giorni?
Innanzi tutto grazie per avermi contatta e per aver scelto di presentare il mio romanzo. Allora, vediamo... cosa posso dire di me? Sono una persona normalissima, ma piena di difetti. Sono logorroica, lunatica, disordinata, sbadata, distratta, riesco a concentrarmi solo sulle cose che mi interessano davvero, come la scrittura per esempio. Proprio grazie alla mia prima pubblicazione, ho conosciuto un sacco di persone splendide, che ora frequento e con le quali mi confronto. Lavoro, ho un cane e vivo in una specie di bosco con mio marito, alle porte di Milano. Adoro la musica, ma sono piuttosto selettiva con i generi che ascolto. Leggo sempre, tutto, non ho un genere preferito, anche se mi piacciono i mattoni storici, quei tomi così spessi che quando li vedi in libreria ti metti le mani nei capelli e li superi alle velocità della luce. Il mio sogno sarebbe quello di vivere a Edimburgo, l'unica città che mi ha davvero rubato il cuore. 
Ti piacciono un sacco di cose ma cosa ti ha spinto a voler pubblicare questo libro? Insomma, è un gran salto nel buio
Sì, ho diversi interessi, ma la scrittura domina su tutto. Cosa mi ha spinta a voler pubblicare? In verità dovrei dire chi, perchè è stato mio marito a suggerirmi di inviare il testo alle case editrici. Secondo lui valeva la pena farlo leggere, anche solo per avere un riscontro oggettivo. Inizialmente ero scettica, non perchè non credessi nella storia che avevo scritto, più che altro mi preoccupava il 'come'. Inoltre i tempi d'attesa per avere una risposta generalmente sono lunghi; variano dai tre ai sei mesi se tutto va bene. Comunque alla fine ho ceduto, il mio ego ha prevalso e ho iniziato a spedire il file alle case editrici che prevedessero collane fantasy. Ero curiosa e tremavo ogni volta che aprivo la casella di posta.

Eh bravo il marito! Dimmi, il cammino è stato duro prima di poterlo vedere finalmente pubblicato?
Devo essere sincera, non ho faticato molto. Per una serie di coincidenze sono approdata in Ciesse dopo poche settimane dall'invio della sinossi. In tre mesi avevo già in mano sei proposte di pubblicazione. Alcune erano delle vere e proprie 'proposte indecenti', mi riferisco agli pseudo editori, quelli a pagamento che, insieme ad altre tendenze, stanno contaminando il mercato editoriale italiano.

La parte più difficile è avvenuta dopo, la correzione, l'editing, la promozione... insomma, c'è un lavoro enorme dietro la pubblicazione di un libro e un autore deve seguire ogni fase con molta attenzione, accompagnare per mano il proprio lavoro come fosse un figlio, finchè arriva il giorno in cui inizia a camminare da solo, e allora bisogna lasciarlo andare e accettare tutto quello che viene. Ma la soddisfazione di vedere la propria storia ben confezionata in un volume è qualcosa di magico.

Si, deve essere qualcosa di magnifico... Immagino quanto possano essere orgogliose le persone che ti stanno vicino, soprattutto tuo marito che ti ha convinto a provarci!
Certo, non dimenticherò mai il giorno in cui mi è arrivata la mail della casa editrice. Mio marito era più emozionato di me quando ho firmato il contratto.

E' stato bello poter condividere la pubblicazione con le persone importanti della mia vita. E' in questi brevi ma preziosi momenti che si rivelano gli affetti sinceri, quelli che resistono all'invidia, alla gelosia, ai pregiudizi, quelli che vanno oltre e comprendono cosa significhi per te. Purtroppo scrivere non è un mestiere condiviso da tutti, e spesso questo influisce sui rapporti personali.

Insomma, oltre ad essere stato un momento di unione e felicità con tuo marito, hai anche avuto un momento magico con gli altri. Per caso vuoi ripetere l'esperienza? Hai già altri progetti in mente o preferisci fermarti qui?
Ho da poco concluso la prima stesura del sequel de L'Ampolla Scarlatta. Proprio in questi giorni lo sto revisionando, conto di consegnarlo all'editore per fine settembre, dopodichè sarà lui a decidere se e quando verrà pubblicato. Quest'estate è uscita un'antologia dal titolo R.E.M, edita da La Mela Avvelenta che contiene un mio racconto. In coda ho altri due progetti; un horror psicologico di cui ho già scritto alcuni capitoli e un romanzo breve di fantascienza, che riposa nel cassetto. Scrivo molto e scrivo spesso, ma sono lenta a portare a termine i miei lavori.

L’Antologia R.E.M. è tra le mie letture, collaboro da qualche tempo con La Mela Avvelenata. Sono contenta di trovarti anche li, mi trovo bene con loro ^^

Parlaci di qualche tua mania… non so, nella lettura o nel cibo, nello scegliere certi film o nel coltivare amicizie…
Il racconto presente in R.E.M, dal titolo Rewind Day, è stato il mio primo progetto horror, e parla di un incubo incastrato fra due realtà parallele, in cui le azioni si svolgono in un tempo ciclico. Non mi ero mai misurata con questo genere prima, e ammetto di essermi divertita, nonostante la tematica.

Le mie manie? E' una domanda difficile, perchè sono una persona volubile e cambio così tante volte idea e metodo, che forse non mi do nemmeno il tempo di diventare meniacale.
Tutto quello che faccio è condizionato dal momento. L'unica cosa che sembra resistere ai cambiamenti è la mia passione per la psicologia; leggo sempre qualche saggio inerente, credo sia molto utile per la caratterizzazione dei personaggi.

Vorrei farti una domandina Jolly. Adoro questa parte perchè si può dare sfogo alla fantasia.... raccontaci un tuo bel ricordo.
Molti bei ricordi sono legati ai miei viaggi, uno in particolare è stato quando mio marito ed io siamo partiti per una crociera diretti verso il Nord Europa, alla volta dei fiordi norvegesi; un'esperienza che non dimenticherò mai. Ricordo ancora le immagini spettacolari degli imbuti d'acqua blu cobalto, sovrastati dalle montagne selvagge di un verde brillante, che scorgevamo al sorgere del sole. La mattina presto, non appena sentivo la nave rallentare in prossimità dei porti naturali, mi alzavo e scostavo la tenda della nostra cabina per ammirare l'alba. La costa scivolava davanti al mio sguardo, finchè la nave si fermava per permetterci di scendere e visitare i piccoli villaggi costieri aggrappati alla roccia.

I tipici fari norvegesi ci davano il benvenuto dalle estremità delle vallate, la straordinarietà di quelle siluette solitarie, è il loro potere evocativo.
In quei giorni il tempo è stato clemente, colorando il cielo di un rosa vellutato che risaltava la singolarità degli specchi d'acqua dolce mista all'acqua di mare, i cui colori nitidi e brillanti davano un senso di quiete che ci immergeva in una bolla di benessere.
Durante quel viaggio ho visto paesaggi meravigliosi, visitato città splendide e conosciuto una cultura che mi ha rapita che ha influenzato non poco l'ambientazione del mio romanzo.

Insomma, è stato quello che ti ha dato il via a scrivere il tuo libro?
Il romanzo era già in stesura, però mi è servito per l'ambientazione e per creare le giuste atmosfere e mi ha dato anche interessanti spunti per altre storie ancora in cantiere. Ho sempre avuto una passione per i paesi nordici e non vedo l'ora di tornarci.

Beh, ti auguro di poterci tornare presto e di rivivere l'esperienza che ci hai raccontato. Ordunque, pronta per i saluti? Mi ha fatto piacere parlare con te e ritieniti prenotata per un caffè, così possiamo continuare a ciacolare ;)
Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di raccontare qualcosa in più di me attraverso il tuo blog. Un saluto anche ai tuoi lettori, soprattutto a coloro che avranno la pazienza di leggere le mie infinite risposte. A presto, quando vuoi per il caffè.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Ambassador

Ambassador

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *