mercoledì 22 aprile 2015

30 giorni di libri #10

Quello che non hai compreso?

Tendenzialmente, in un modo o nell'altro capisco tutti i libri che leggo. Non sono poi così criptici e il filo dell'idea che l'autore vuole lasciare, lo capisco. Certo è che ci sono alcuni libri che ho abbandonato che mi lasciano un grosso punto di domanda.
Uno a caso è Il Macellaio di Reyes Alina... Ammetto che anche se è piccino, non l'ho assolutamente capito. Mi aspettavo un gioco di seduzione, magari non di quelli fini ma almeno un qualcosa che possa far sognare. Mi aspettavo una storia forte, piena di eros ed invece mi sono trovata per le mani del sesso fatto male senza ne capo ne coda. Dopo due anni, non ho ancora capito cosa volesse dire tutta quella storia!

"E il macellaio che mi parlava di sesso per tutto il giorno era fatto della stessa carne, ma calda, e di volta in volta molle e dura; il macellaio aveva i suoi pezzi di prima e di seconda scelta, esigenti, avidi di bruciare la loro vita, di trasformarsi in polpa". Un macellaio seduce una giovane studentessa, trascinandola in una morbosa e febbrile avventura erotica. La celebrazione della carne e dei sensi, in un romanzo considerato un caposaldo della letteratura erotica.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)