lunedì 8 giugno 2015

La montagna degli Esordienti/Self

Gioie e dolori per queste categorie.
La domanda frequente è:“Perché si pensa sempre che chi non pubblica con una grande o media CE, faccia schifo?”. La risposta, un po’ obbiettiva, è che spesso è così.
Non me ne vogliate, leggo volentieri un libro autopubblicato e tra i miei libri preferiti, ce ne sono due di questa categoria ma se devo fare una media, in tre anni ho trovato molti libri brutti.

Avere una Casa Editrice alle spalle non sempre significa avere un editing accurato, non possiamo essere sicuri che un libro uscito da lì sia fatto bene ma c’è comunque una buona possibilità che almeno l’ortografia, sia accettabile.
Pubblicare da soli molto spesso crea problemi maggiori perché o paghi per farti seguire da un professionista o rischi di mandare in stampa cose orripilanti. Tutti facciamo degli errori e ci ripetiamo, io per prima sono un cane ed è per questo che non mi potrò mai affidare solo a me stessa ma almeno ho il buon gusto di ammetterlo e fatemelo dire… non è cosa da tutti!
Ci sono scrittori che vedono complotti ovunque. Credono che ogni critica o rifiuto sia detto solo per affossarlo perché tutti (e sottolineo TUTTI), sono invidiosi della sua maestria. Se poi una critica arriva da un collega, partono anche molti insulti.
Più volte ho seguito questi battibecchi. Perché? Ancora molti se lo stanno chiedendo, me compresa.
Certi scrittori non apprezzano una critica costruttiva da un collega perché è fatta solo per invidia, non accettano una critica da un utente che non ha certificato l’acquisto del libro perché sicuramente è amico dell’altro scrittore invidioso e allora la sua critica non ha valore, non accettano commenti negativi brevi perché si sa, sono tutti recensori e quelli che commentano e basta lo fanno solo per affossarli senza motivo… tutto ciò che è negativo non va bene, devono essere solo venerati perché loro sono i sommi scrittori.
Qualche volta è vero, c’è molta invidia e certe malignità sono fasulle ma c’è anche una buona parte di persone sincere. Perché le persone non riescono a vedere i loro errori?
L’autopubblicazione ha fatto si che anche i più inesperti possano pubblicare e “infangare” quelli meritevoli. Questo fa si che sia fin troppo semplice trovare letture brutte ma vorrei ricordare a tutti i lettori che ci sono anche cose belle.

Tutte ste parole per arrivare al punto.
Mi sono affidata a conoscenti e ho deciso di buttarmi su questo genere molto snobbato. Complice il salone del Libro ed Amazon, ho raccattato un po’ di titoli che mi piacerebbe leggere (chissà magari entro la fine dell’anno!) e vorrei intrattenervi mentre li leggerò. Darò sicuramente precedenza ad alcune letture che mi sono state chieste ma per il resto, vorrei veramente scovare qualcosa di carino.

Vi mostro quindi la mia immensa pila! (di cui fanno parte sia i Self che piccole Case Editrici)

1_Segreto 2° di Alessia Esse
2_Infinito 3° di Alessia Esse
3_Le magie di Omnia (trilogia completa) di Fabio Cicolani
4_Nuova terra. Gli occhi dell'erede di DilhaniHeemba
5_L'intoccabile di Federica Leone
6_Il cavaliere timido di Letizia Carnieri
7_I Racconti del Regno. I Confini di Trisa 1° di Cristiano Ciardi
8_Syntechè. Il volo della falena 1° di Carla Saltelli
9_Infinity, Love in a mystery di Alessandra Cigalino
10_Prigione di luci di Sarah Capi
11_Oltremondo. Petali di Rosa e fili di ragnatela di Marta L. Mandelli
12_Revolution di Antonio Lanzetta
13_Pavlov's Dogs. L'Armata Dei Lupi di D.L. Snell e ThomBrannan
14_L'altra metà della mela di Viviana Leo
15_Il fato degli dei. Lacrime d'ametista di Donatella Perullo
16_Orichalcum di Cinzia Baldini
17_I demoni di mezzanotte di Romina Principato Autrice
18_Il cavaliere di Eron. L'avvento di Laura Santella
19_Il potere dell'amore. Le guerre dei clan di Monica Schianchi
20_1° Il sole di Alur. La sesta regola di Alessandro Fusco
21_Io, Liam di Antonella Albano
22_La chiave dell'Eden di Sergio Marchi
23_I misteri dell'isola del silenzio di AudePinardi
24_Flamefrost. Due cuori in gioco 1° di Virginia Rainbow
25_Il gioco dei ricordi di Laura Bellini
26_L'inquietante urlo del silenzio di Francesca Napoli
27_Il mondo di Eva di Furia Sara
28_Chemical Games: Equazione equatoriale degli abissi 1° di Miriam Ciraolo
29_ The Scar di Keller Erin E.
30_ Alice in Wonderland di Alessia Coppola

Come potete vedere, sarei ben impegnata per i prossimi mesi ma vi svelo un segreto… il carrello di Amazon è ancora strapieno!! Avete comunque qualche titolo da consigliarmi?

9 commenti:

  1. Ciao! Felice che il primo volume della trilogia di Oltremondo sia nella tua lista di letture :) che dire, spero che sia una buona compagnia! Grazie in ogni caso di aver menzionato il mio lavoro, a presto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per avermene parlato in fiera!
      Sei stata così avvincente, che non ho resistito ^^

      Elimina
  2. Guarda, hai perfettamente colto il punto. Sai quante volte mi son sentita offendere da autori self perché avevo recensito con 3 o meno il libro? Io leggo moltissimi self e la maggior parte mi piacciono, ma non può mica piacermi ogni cosa che leggo!!

    Tra quelli che hai:
    -'Le magie di Omnia' è bellissimo, leggilo presto!
    -'I confini di Trisa' anche merita, non come quello di Cicolani, ma vale la pena leggerlo!
    -'Flamefrost' non mi ha convinta appieno, ma mi ha incuriosita;
    -'Alice from Wonderland' sarà la mia prossima lettura!

    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io sono ancora memore della mia prima discussione con un piccolo autore..... sono a metà tra il ridere per la situazione e la rabbia della sua reazione....

      Spero vivamente di leggerli tutti! Devo solo capire in che ordine XD

      Elimina
  3. Articolo molto sincero, la verità è che è difficile fare tutto da soli quando ci si autopubblica e la cura dei dettagli è tre volte su quattro superiore nelle case editrici. Per quanto riguarda la sincerità di alcuni esiti negativi, dipende ovviamente da quanto siano costruttivi e spiegati, se un tipo inizia a insultare personalmente l'autore e non il testo, non so quanto questo commento possa essere veritiero. Detto questo, sono curiosa di sapere cosa ne pensi di tutti questi bei libri e quali sono (tirando le somme) le tue opinioni conclusive sul genere self! ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, io parlo per quello che vedo e so che alcune accuse smosse per recensioni negative, erano assurde.
      Pensa che una scrittrice si è lamentata di una ragazza perchè nella sua recensione aveva riportato due frasi del libro in cui si evidenziavano degli errori. Il putiferio è nato dal fatto che era stata troppo puntigliosa e che le recensioni negative, non andavano pubblicate o al massimo, prima discusse con lo scrittore.
      Ti rendi conto?!

      Elimina
  4. Ciao! Mi fa piacere che tu abbia in lista il primo libro della mia trilogia, ma dovresti leggerli tutti e tre per poterti fare un'idea completa :o) La maggior parte delle persone che li ha letti dice che vanno in crescendo :o) Riguardo la considerazione generale che tu fai sui libri autopubblicati, ti confesso che non so dirti. In teoria dovrebbe essere più facile trovare un libro poco curato tra gli autopubblicati che tra i pubblicati con CE. Però non sempre è così. Comunque non credo sia tanto questo il problema quanto il fatto che un editore fa una "cernita" in base alla sua esperienza, mentre gli autopubblicati non sono selezionati. Questo è di sicuro un dato di fatto. Ciò non toglie che si possa trovare un buon libro anche negli autopubblicati e che nessuna casa editrice lo abbia ancora "scovato", oppure non è stato scelto perchè non è di moda e quindi non viene considerato. Adesso per esempio, da quello che mi pare di aver capito, va molto il romance e non più il fantasy, che fino a poco tempo fa era in auge. Insomma il discorso è piuttosto complesso :o))

    RispondiElimina
  5. Ben trovata e grazie per avere inserito I Misteri dell'Isola del Silenzio nel tuo programma di letture. Riguardo all'autopubblicazione, non sono contrario tout court, tuttavia sottolineo che richiede grande disciplina e forte capacità autocritica. Chi è dentro il romanzo, per averlo creato, difficilmente potrà guardarlo con equo distacco. Lo sguardo terzo di un buon editor è un toccasana contro le incongruenze del narrato, e non bisognerebbe farselo mancare mai. E a proposito: Mi interessa conoscere il tuo parere sulla mia favola fantasy. Non essere troppo cattiva con me. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scrivere un libro è un pò come fare un figlio... Non ci si accorgono degli errori! Lo so bene che è difficile ma molti comunque si sentono degli Dei e non vogliono "farsi aiutare".
      Spero di leggerlo con tempi umani e non sarò cattiva, solo sincera ;)

      Elimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Goodreads

2017 Reading Challenge

Red Kedi has read 0 books toward her goal of 100 books.
hide

Red Kedi's bookshelf: read

Florence Foster Jenkins
liked it
tagged: cartaceo and case-editrici
Speciale oroscopo Natale
liked it
tagged: case-editrici
Suki-tte Ii na yo, Volume 14
it was amazing
tagged: cartaceo and manga
Suki-tte Ii na yo, Volume 13
it was amazing
tagged: cartaceo and manga

goodreads.com

Visualizzazioni totali

Riconoscimenti

Riconoscimenti

Advertising

Advertising

Ambassador

Ambassador

Contact Us

Nome

Email *

Messaggio *