martedì 18 agosto 2015

Mezza Tazza... la sorte #2

Buongiorno Pulcini!
Come vi ho detto la volta scorsa "Mezza Tazza... la sorte" è una rubrica particolare. Il primo post è andato ma la strada è lunga.... vediamo quindi di proseguire in questa follia!

Che libro passerà oggi? "Proximis. Oltre il colore" si Micol Manzo


"Al risveglio, mi ritrovai in una posizione quanto mai scomoda. Ero sdraiata nel verso contrario, con i piedi vicino al cuscino e la testa al capo opposto. Sul copriletto c’erano alcune chiazze marroni. Mi misi immediatamente a sedere. Era accaduto di nuovo. Andai alla scrivania e, come temevo, vidi gli scarabocchi di colore. A differenza dei giorni precedenti, però, davanti agli occhi avevo due pagine, anziché una. Sulla metà di un foglio le pennellate gialle sfumavano nel marrone e le due gradazioni erano divise da una linea nera. L’altro rettangolo aveva una tonalità bruna.
Cos’è questa linea? Mi grattai il mento. Con la coda dell’occhio notai il mio gesso. Si era arricchito di nuove chiazze marroni. Adesso avevo un’ingessatura sgargiante, decorata come una sorta di quadro astratto. Ironia della sorte, si stava concretando sempre più il suggerimento di Anastasia: quello di tramutare il bendaggio in un catalogo artistico con le mie creazioni. Ma il mio genere era il figurativo, non l’astratto."

Colori. Io adoro i colori e avere per le mani un libro che ne parla, mi esalta. Se poi c'è qualcosa di magico, so già che sarà un successo. A naso (mi sento un segugio) posso dire che anche se non sarà tra i miei preferiti, sarà comunque una lettura piacevolissima.
Spero di non sbagliarmi!

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)