venerdì 9 ottobre 2015

Mareneve

Titolo: Mareneve
Autore: Gianluca Ranieri Bandini
Pagine: 150
Prezzo: € 1.27
Trama: Mareneve è una giovane tessitrice destinata improvvisamente a divenire principessa, ma anche molto di più. È una ragazza che, dopo aver trovato il principe azzurro, scopre come le favole possano divenire una prigione dorata. 
Attori principali della sua vita saranno Ethan, l'incantevole principe che dietro il suo fascino rivelerà un carattere ben più complesso e oscuro, e Dean, giovane fabbro che potrebbe rammaricarsi per tutta la vita di non averle confessato il proprio amore. 
Nella storia s'incontreranno la follia dell'ego, lo squallore della viltà e l'illusione dei sogni, ma anche le risposte e le occasioni per sapersi liberare dalla propria oppressione. Tuttavia, nella vita, servono le giuste dosi di coraggio e fortuna. 
Chi fra loro riuscirà a compiere le scelte giuste? 
Perché se è meraviglioso credere nei sogni, lo è altrettanto sapersi liberare dai propri incubi.

Scarabocchio: Questa è una lettura cattiva. Non nel senso dispregiativo ma per il tipo di racconto trattato. 

Mareneve è una giovane ragazza che sogna il Principe Azzurro. Sogna un futuro pieno di amore e dolcezza, fatto di prosperità e fortuna. 
Dean è un giovane fabbro innamorato di Mareneve. Abile nel suo lavoro ma una tragedia nel relazionarsi con la ragazza che ama; Mareneve.
Ethan, principe del regno, desidera una sposa bella ed ingenua. Poco importa se non sia di nobili origini... a lui piace trasgredire alle rigide regole e per coronare il suo sogno di conquista, è disposto a fare tutto. Anche disfarsi di certe persone che potrebbero intralciarlo. 

La storia sembra una favola. 
Mareneve sogna di incontrare un Principe azzurro e vivere in un sogno, così quando Ethan inizia a corteggiarla, si sente felice. Anche quando la sua famiglia pensa che stia andando oltre al concetto di "rispettabilità", imperterrita non vuole separarsi da lui. Arriva addirittura a troncare i rapporti con loro, anche se non volentieri. 
Per giorni si sente bene, ringrazia ogni santo per averle permesso di vivere una vita così bella. Passa intere giornate al castello con il suo adorato Marito Ethan a fare qualsiasi cosa ma... Quanto però può esserci di sbagliato in tutto quello? I petali di rosa non fanno in automatico l'amore.

Mareneve scoprirà a sue spese l'egoismo e il lato oscuro della persona che credeva di amare. Cosa fare a quel punto? Rimanere succube o fuggire? 

Quando sono arrivata alla fine della lettura, avevo un nodo allo stomaco. Un pò per il dispiacere delle situazioni lette ed un pò per la rabbia provocata da quella mega ingenua di Mareneve. Presa dal suo desiderio di vivere un sogno, non si rende bene conto di quello che la circonda. Basta il sorriso di un bel Principe per trasformarla da ragazza giudiziosa a ragazza sciocca. Basta poco per farle perdere la testa... decide quindi di risolvere la cosa ma ormai mi è "caduta".
Un finale roseo e anche un pò scontato, mette la fine ad un'avventura dura e palpitante. 

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)

Riconoscimenti

Riconoscimenti