giovedì 8 ottobre 2015

Mezza Tazza... la sorte della Pagina 69 #5

Che libro passerà tra le mie mani oggi? "Nuova terra. Gli occhi dell'erede" di Dilhani Heemba

"[...] <<Non qui.>>
Non rispose e sentendomi il suo sguardo addosso mi voltai a guardarlo, era a meno di due metri da me e si teneva la testa nel punto dove si era gonfiata, sotto i capelli umidi del colore del bistro. Avrei voluto chiedergli che diamine avesse da guardare; non lo feci. Mi voltai e dandogli le spalle mi sdraiai a terra, sulla mia felpa, in posizione fetale. Solo in quel momento mi ero resa conto che eravamo soli da due giorni e che dentro la grotta, per forza di cose, eravamo troppo vicini.
Lo sentii picchiettare a terra con lae dita per un pò seguendo un motivetto che doveva avere in testa, quando smise, furi era completamente buio e del fuoco era rimasto solo qualche tizzone rosso che brillava appena.
<<Sei sveglia?>>, domandò.
Chiusi gli occhi. <<No.>>
<<Hai più avuto conati immotivati?>>, chiese, ignorando la mia risposta.
<<Qualcuno.>> Mi voltai facendo attenzione a come poggiare a terra la mia spalla destra, che ancora doleva. I vestiti si erano asciugati, ma erano umidi e pieni di terra. Lui si alzò, prese una coperta da dentro lo zaino e me la mise addosso.
<<Stanotte potresti avere freddo.>> Ne tenne una per sè, che mise a terra, e si sdraiò accanto a me, facendo attenzione a non toccarmi. Nel buio, lui poteva vedere molto meglio di me. [...]"

Potrebbe piacermi questo libro? Potrebbe

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)