giovedì 5 novembre 2015

Mezza Tazza... la sorte della Pagina 69 #9



"[...] <<Lo so>> rispose pronta ma comunque con un sorriso che lui non poteva vedere. Si abbassò sulle ginocchia, poggiandovi i gomiti. Nel frattempo giocherellava distrattamente con la sua frusta. Piegò la testa di lato, come in attesa di una sua reazione.
Fabio sbuffò e si alzò sui gomiti, avvicinandosi a lei. <<Dio, quando fai così sei davvero insopportabile! Cazzo, non sei una dea, non ti si può neanche un complimento!>>.
<<Stai cercando si distrarmi>> disse in un sussurro.
<<Niente affatto>> rispose sincero. Si fissarono negli occhi, erano estremamente vicini, tanto che i loro aliti sembravano quasi confondersi. Entrambi sentivano una sorta di elettricità, nell'aria. Ma Ale, come prima, riuscì a svegliarsi da quella apatia, convinta che la stesse in qualche modo incantando con i suoi occhi. [...]"

Potrebbe piacermi questo libro? No

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)