giovedì 20 ottobre 2016

Mezza Tazza... la sorte della Pagina 69 #38


Che libro passerà tra le mie mani oggi? Niederhagen: Il segreto perduto di Pierpaolo Tavino

"Lesse qualche riga, poi, la tradusse ad alta voce: «‘Campo di Niederhagen. Poteva contenere circa 4.000 prigionieri. Venne costruito nel 1941, ma ebbe vita breve in quanto venne distrutto nel 1943 da cause ignote’».
Continuò a leggere: «Poi ci sono i nomi degli ufficiali di quel campo». Continuò la lettura ed esclamò: «E questo cos'è?».
L’espressione di Francesca si fece ancora più seria nel notare che uno dei nomi presentava una piccola nota tra parentesi, oltre che un piccolo asterisco.
«Qui c’è scritto ‘È credenza diffusa che il suddetto ufficiale abbia collaborato alla liberazione di un numero imprecisato di prigionieri detenuti nel presente campo. Si richiede la necessità di raccogliere informazioni con crete’».
Alzò lo sguardo verso Leonardo: «Forse è colui che stiamo cercando».
«Qual è il suo nome?».
«Hubert Schreiber». Rimase a pensare per un po’: «È l’unico militare che abbia avuto un ruolo rilevante in questo campo».
«Ma, se così fosse, vorrà dire che non si era rifugiato in Italia per sfuggire agli alleati» disse il ragazzo.
«Forse era una spia alleata. E allora da chi stava cercando di scappare?»
Rimase a pensarci per qualche istante, poi continuò: «Questa storia si sta facendo sempre più complicata. Quale potrebbe essere la combinazione?».
«Forse la sua data di nascita» ipotizzò Leonardo.
«Sarebbe stato stupido da parte sua. I tedeschi avevano qualsiasi tipo di informazione nei suoi confronti, l’avrebbero aperto il secondo dopo averlo ottenuto».
Pensarono a lungo a come riuscire a risolvere quel dilemma."

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)