mercoledì 27 gennaio 2016

L'altra metà della mela

Titolo: L'altra metà della mela
Autore: Viviana Leo
Pagine: 108
Prezzo: € 0.99 ebook e € 8 cartaceo
Trama: Scuola superiore di Beside City. E’ il primo giorno per Kathy, che ha recentemente cambiato scuola. Il liceo, però, è frequentato quasi esclusivamente da maschi e la vita si tramuterà presto in un inferno per lei e per la sua nuova amica Nancy. Tra scherzi sciocchi e insulti volgari, sarà l’affascinante e pericoloso David a darle maggiormente filo da torcere. Tuttavia, Kathy non può conoscere il dolore e la solitudine che il ragazzo nasconde dentro di sé, dietro una maschera da duro che indossa ogni giorno per riuscire ad affrontare la vita.

Scarabocchio: Kathy è una brava ragazza con sani principi e una grande voglia di studiare, peccato che nella sua nuova classe, solo un'altra ragazza sia della sua stessa idea. David, il capobranco della classe di folli, non vuole le due ragazze e cercherà di metter loro paura, sopratutto a Kathy che invece di stare in silenzio, cercherà in vari modi di cambiare le cose. 

Non ho grandi pregiudizi sui romanzi rosa, sopratutto se trattano il cliché dei clichè ma certe volte la cosa è così superficiale e banale che no, nun se pò vedè. 
I due protagonisti non sono ne pessimi ma nemmeno strepitosi.... Lei rimane innocente fino alla fine e David cambia di poco ma nel percorso di un personaggio è normale. Insomma, sono due persone un pò insipide ma hanno del potenziale, se non fosse che obbiettivamente, sappiamo poco di loro se non quelle quattro cose che servono per avvicinarli. Molti dubbi da chiarire e tante occhiate al cielo per situazioni imbarazzanti che Kathy sa gestire poco (e maluccio). 
L'altra metà della mela è una storia che alla fine lascia insoddisfatti...


Anche questa lettura va dritta nella Challenge (Un libro con un alimento nel titolo) e quindi altri due punti (che mi portano a 30!) 

2 commenti:

  1. Io l'ho letto tanto tempo fa e ricordo che mi era piaciuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mah, non è che sia orrendo eh... solo molto superficiale. Con quelle poche pagine, non si poteva dire molto

      Elimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)