martedì 23 ottobre 2012

Il guardiano di Anime

Titolo: 8-3500
Autore: Michela Monti
Prezzo: € 14,50
Pagine: 285
Trama: ReBurning Prison, carcere di massima sicurezza, anno 2020 circa.
Melice Redding è una condannata a morte, ma non ricorda il perché. La causa dell’amnesia è la separazione da sua figlia appena partorita e per questo Mel entra in stato di shock.
Grazie a Gabriel uscirà dalla catatonia, e sempre grazie a lui, la donna avrà la possibilità di tornare indietro, prima che il crimine per cui è condannata venga commesso.
Melice viaggia nel tempo per rivivere il suo passato senza nessun ricordo dell’arresto, senza condizionamenti.
Tutto procede regolarmente, fino alla notte di Halloween.

Scarabocchio: Brutto brutto brutto brutto.... Non ricordo quando è stata l'ultima volta che ho letto una ciofeca del genere.... La storia di per se sarebbe anche interessante ma è stata scritta male, piena di buchi, domande che non hanno risposta. Una domanda poi mi assilla dalla fine di questa lettura.............. Ma Miky, ti pare che un libro del genere possa non piacermi?! ahahahahahahahahahahahahahahaha sciocca, stavo scherzando ^^ 

Respira profondamente!

All'inizio avevo timore a leggerlo. 
Il guaio di leggere un libro di una persona che conosci e che stimi, ti mette sempre in una posizione difficile. Se è brutto, cosa posso dire? Mentire? No ovviamente, non sarebbe giusto ma.... insomma, so bene che è stato messo impegno per scriverlo, speranze, fermezza per farlo pubblicare... Come potrei smontare tutto?
Fortunatamente non mi trovo in questa posizione perchè sono stata rapita dalla storia fin dal principio.

La storia di Mel mi è entrata dentro e mi ha emozionato molto dall'inizio alla fine. 
Gab, con il suo modo di vestire, con il suo carattere e il suo occhio da Cyborg, mi ha fatto ridere e arrossire, come se fossi lì con lui. 
Bea mi ha fatto tenerezza e mi ha fatto venire in mente le mie amiche più sincere e care. 
Richard è il classico uomo medio che è meglio perderlo che trovarlo. 
Shawn.... lasciamo perdere, partirebbero solo gli insulti. 

Scritto bene e coinvolgente. Non è mai ripetitivo, intricato al punto giusto. La descrizione che è stata usata non fa percepire il reale potenziale della storia ma il bello della scoperta sta proprio qui. 
Per essere il primo libro, direi che è strepitoso ed entra di fila nei miei libri preferiti! Consigliatissimo!

Sono felice di aver avuto la possibilità dui fare una scoperta del genere e mi auguro di leggere un'altro libro così ;)

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)