lunedì 14 aprile 2014

Amanda Hocking

Titoli: SwitchedTorn e Ascend
Autrice: Amanda Hocking 
Casa Editrice: Fazi Editore

Scarabocchio: Wendy è diversa. 

Capelli indomabili, carattere burbero, scarsa capacità nell'ambientarsi, vegetariana e con una scarsa tolleranza verso le scarpe (?!?!?)... insomma l'opposto del resto della sua famiglia, dove sono tutti belli e perfetti (o quasi). Dopo che la madre tentò di ucciderla quando era piccola (e capricciosa), inizia a viaggiare da città in città con la zia ed il fratello, nella speranza di trovare un posto da chiamare finalmente casa. Il suo caratteraccio però non la abbandona mai ma chi le sta vicino, spera sempre di mettere fine a questa corsa con il solo aiuto del loro amore. 
Sarà proprio in una nuova cittadina che Wendy incontrerà Finn, ragazzo (uomo) misterioso e un pò inquietante. Sarà grazie a lui che scoprirà il suo vero Io e il percorso che dovrà affrontare. Tra scoperte, complotti, fughe, amori e perdite, Wendy imparerà a prendere le proprie responsabilità (?!?!?) e a diventare una Donna. 
..................
.......................
..............................
...................................
..........................................
..................................................
..........................................................
........................................................................
..........................................................................................
Non ho voluto parlare di ogni singolo libro perchè "non ho tempo". Queste sono letture di cui non vorrei nemmeno parlare ma oggi mi senti ispirata...

All'inizio del 2014 ho deciso di finire quante più saghe possibili e questa era tra gli ebook che potevo leggere con velocità. Presa così, da tante buone intenzioni, insieme a Monica ho iniziato l'avventura.... o l'incubo
Wendy è diversa, lo si capisce subito dalla descrizione che fa di se e del caratteraccio che ci mostra fin dalle prime pagine. Un orso senza peli con sensi di colpa verso gli altri perchè è se stessa (una rompi biglie). Sciocca fino all'inverosimile e con una velocità imbarazzante nel prendere una colossale cotta verso un ragazzo che continua a fissarla ma troppo ostinata (almeno questo) quando lui le rivela chi è realmente e le dice cosa deve fare. 
Finn (il ragazzo strano) è una Cicogna e lei è una futura Regina, portata nel mondo degli umani per vivere bene e nella ricchezza i suoi primi anni di vita. Ora deve tornare a casa perchè un cattivone la vuole catturare e deve abbandonare tutti senza dare spiegazioni. Certo, aspetta che prendo giusto un paio di cose... ma che siamo pazzi?! Amanda, veramente pensavi che un approccio del genere, al lettore avrebbe fatto piacere? Sembra più un discorso di due all'asilo... "devi andare via" - "perchè?" - "perchè te lo dico io" - "non voglio" - "devi" - "e io dico di no" - "sono stato mandato qui per questo" - "non me ne frega niente, faccia di serpente"...... rendo l'idea? 
Dopo tutta una serie di menate finalmente lei decide di seguirlo per scoprire che l'inferno non deve per forza essere sottoterra. 
Nel palazzo dove vivrà, incontra finalmente la madre e inizierà a mancargli quella adottiva che cercava di ucciderla. Come passare dalla padella alla brace, no? Non finisce qui.... Oltre alle pressioni di una madre che sembra perennemente schifata da lei, Wendy avrà ripetute crisi isteriche perchè Finn non le permetterà di stare con lui e ondate di malinconia per una vita persa insieme al suo adorato fratello. Non importa se vive in un bellissimo castello, dove incontrerà il bambino con cui è stata scambiata, dove incontrerà due fantastici amici... lei a prescindere si lamenterà. Farà l'egoista fino all'ultimo e farà pure il salto della quaglia.... volubile fino alla fine! Prima sbava per Finn e poi ha una cotta per l'altro, poi quasi si concede a Finn e poi si sposa con uno e dopo ancora va a letto (per la prima volta!!) con quello per cui aveva una cotta, infine litiga con Finn perchè la loro relazione non potrà mai esserci (ma dai?? giura...), divorzia e si risposa con quello a cui ha donato la verginità... un classico, no?
Posso dire finalmente che l'ho odiata? Posso dire che non trovo nemmeno un motivo per consigliarvelo? Posso chiedervi di non fare il mio stesso errore??? Grazie.

5 commenti:

  1. buahahahahhahha oddio XDXD muoro XDXD
    Davvero bruttini questi libri, io ancora mi chiedo come ha fatto a vendere tante copie in patria -.- (tra l'altro l'ho conosciuta di persona, è anche timidissima.. quindi pure dal punto di vista del marketing non è il massimo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi è venuta da l cuore.... ahahahahahahah
      comunque mannaggia a te. questo libro me l'hai fatto vedere tu! XD
      non ce la posso fare.... ahahahah

      Elimina
    2. Sì ma te l'avevo detto che erano bruttini XDXD

      Elimina
  2. Ho i primi due in ebook, direi che li lascerò dormire per mooooolto tempo!!! ^^

    RispondiElimina
  3. Ma ahahhahahahahahaha ma è così orribile? ahahah

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)