giovedì 19 giugno 2014

Yardım #13



Buon pomeriggio ^^
Questa settimana tratteremo una REGOLA.


Prendere una Collaborazione in maniera seria
Questo punto per molti potrebbe essere superfluo ma per altri, una rinfrescatina male non fa...
Come ho detto nel primo post di questo argomento, non è semplice Collaborare con le Case Editrici per tutta una serie di motivi. Se però, riusciamo a farcela, non dobbiamo sederci troppo sugli allori... Gioire per una cosa del genere è sempre bello e ammettiamolo, ci sentiamo dei grandi. Questo però non ci giustifica nel prendere la cosa alla leggera.
Approdiamo qui, nel mondo dei blog, sopratutto per passione e per trovare persone simili a noi. Lo facciamo a “tempo perso”, non è il nostro lavoro ma ci mettiamo anima e corpo come se fosse la nostra creatura e spesso, con l'andare del tempo, lo diventa. Qualcuno però, si dimentica che lavorare con o per qualcuno, significa avere tempo anche quando non se ne ah. Cosa vuol dire? Le Case Editrici ci mettono in una lista e pian piano ci arrivano le prossime uscite. Siamo certamente noi a decidere cosa pubblicare ma è anche per loro un lavoro e quindi è giusto che anche noi ci mettiamo a fare bene la nostra parte. Quindi, se ci mandano qualcosa di interessante, non è giusto magari chiedere una copia e poi non fare l'anteprima subito. In fondo è questo il nostro lavoro con loro... Ci siamo proposti per fare questo e così dobbiamo fare.
Stessa cosa quando chiediamo una copia per fare la Recensione (o Scarabocchio, vedete voi..). Per loro è un costo mandarcelo e per noi una fortuna riceverlo, quindi diamo peso anche a questo e rendiamo omaggio nella maniera più appropriata. Come? Facendo le cose in maniera celere. Non guardatemi con quella faccia, non vi sto rivelando nulla di nuovo e nascosto... Quando decidiamo di fare questa cosa (e sottolineo il fatto che ci proponiamo NOI), sappiamo già i nostri doveri (no, non lo metto tra le virgole perchè si, è un dovere per noi) e quindi sarebbe ingiusto venir meno allo scopo iniziale. Per quanto tutto questo sia iniziato per nostro diletto, Collaborare è quasi come un lavoro e se non siamo disposti a dargli lo spazio e il tempo che (giustamente) si merita, lasciamo perdere da subito. Non è cattiveria la mia, ma solo una rinfrescatina per chi lo vede come un gioco e basta. Siamo noi a decidere cosa pubblicare e cosa leggere, stiamo parlando della nostra creatura ma loro ci offrono anteprime e libri in cambio di pubblicità. Direi che è uno scambio equo. Anche perchè, vi svelo questa perla, per ogni blogger che decide di infischiarsene di questo scambio, penalizza un collega a non ricevere la fiducia che si meriterebbe.

3 commenti:

  1. Utilissimi i tuoi consigli!! Fai bene a ricordare che la collaborazione è una cosa seria, perchè magari si tende a vedere solo la parte "uh mi hanno mandato i libri gratis" -_-
    Io al momento sto aspettando a mandare le mail, perchè sto cercando una casa editrice piccola ma con un catalogo che si avvicini per lo più ai miei gusti personali, perchè mi dispiacerebbe ricevere (se arrivassero) libri che non mi piacciono e sentirmi obbligata a leggerli, togliendo così tempo e energie ai libri che "voglio" leggere :3

    RispondiElimina
  2. Eh si ^^ Sono davvero utili i tuoi consigli ^^ Quando chiedo libri da recensire poi li leggo prima di tutti gli altri, è giusto perché è davvero un impiego :D

    RispondiElimina
  3. É questione di coerenza..se chiedi poi devi impegnarti :D

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)