lunedì 16 novembre 2015

Roba degli altri mondi

Titolo: Roba degli altri mondi
Autore: Siani Arsenio
Pagine: 105
Prezzo: € 3.99
Trama: Le giornate di Fabrizio scorrono tra l’ossessiva ricerca di un lavoro per risollevare le sorti della sua famiglia caduta in disgrazia e lunghe passeggiate sena meta che lo portano, a sera, davanti alla porta del bar dove lavora Federica, la ragazza dei suoi sogni. Triste e depresso, da qualche tempo è preda di sogni inquietanti e le apparizioni di una figura che sembra dettargli dei comportamenti lo lasciano prostrato e debole.
Nel tentativo di dimenticare ogni volta questi fenomeni, cerca di condurre una vita normale. Trova lavoro come lavapiatti in un ristorante che sembra una bettola ma la generosità di Antonio, il proprietario, lo mette a proprio agio e l’improvvisa vicinanza di Federica gli fa intravedere i primi miglioramenti. In un incalzare di situazioni e stati d’animo, pur provato dai suoi sentimenti contraddittori, Fabrizio illumina la vita di Federica che aveva abbandonato per sempre un sogno.... Ne resta piacevolmente coinvolto, ma non ha fatto i conti con i Maestri e con il suo dominante. Chi sono i Maestri e cosa vogliono da lui? Cosa ha sbagliato per meritarsi le loro ire? Da dove vengono? Riuscirà Fabrizio a rispondere a tutte le sue domande?

ScarabocchioRoba degli altri mondi è una lettura decisamente particolare. 
Fabrizio è un giovane Avvocato che cerca lavoro ma non avendo soldi deve accontentarsi di un posto come lavapiatti nel ristorante di Antonio, personaggio veramente assurdo dai tratti molto rozzi. 

Fabrizio è anche un giovane depresso e un tantinicchio sfigato. 
Questa storia, raccontata dal suo punto di vista, ci permette di seguire la sua vita con l'incontro con Federica e lo scontro con i Maestri. Chi sono quest'ultimi? Cosa vogliono da lui? Perché la sua vita sembra costellata sempre e solo dai fallimenti?

Roba degli altri mondi, come dicevo, è una lettura particolare e Siani cerca di raccontarcela in appena 105 pagine. 
L'ho trovata interessante anche se un po imperfetta. 
Non ho apprezzato molto Antonio e Renata, una coppia che scoppia in ogni secondo. Non sono rimasta del tutto soddisfatta dai Maestri, personaggi a mio avviso con un grosso potenziale ma con poco carattere in questa storia. Purtroppo questi due fattori non mi hanno permesso di apprezzare fino alla fine questa lettura ma da quello che ho capito, ci sarà anche un dopo, dove spero ci siano più risposte che domande.

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)