venerdì 6 dicembre 2013

La punizione del romanzo

Titolo: La punizione del romanzo 
Autore: Passerini D. 
Prezzo: € 15,00
Pagine: 170
Trama: Filippo ha sedici anni, un carattere ribelle, capelli lunghi e magliette sbiadite che non riesce a buttare via. La scuola è piena di luoghi comuni soprattutto da quando, dopo la Terza guerra mondiale, tutti si sono messi in testa che bisogna spendere la propria vita per gli altri, essere compassionevoli, buoni. E lui, il più bello della scuola, non ci sta. Ogni compagno è bersaglio di frecciatine non troppo velate e battute taglienti, un po' per colpire i deboli, un po' per non svelare la propria personalità e le proprie passioni amorose rivolte all'unica che non sembra subire il fascino del bello e cattivo. Ma la scuola è un luogo di formazione non solo didattica ma anche caratteriale e morale, la cui missione è accompagnare nella crescita i ragazzi perché diventino adulti acculturati sì, ma soprattutto critici, coscienziosi, consapevoli. E allora non rimane da fare che una cosa: punirlo. Quale castigo sarebbe più adatto per lui della punizione del romanzo? Filippo entrerà in un libro, vestendo i panni di un personaggio, e il suo scopo sarà quello di vivere la sua nuova vita senza cambiarne la trama, neppure di una virgola, pena il non ritorno.

Scarabocchio (SPOILER): Filippo è un giovane ragazzo bello e dispettoso. Viene considerato da tutti ribelle perchè, dopo la terza guerra mondiale, tutti devono essere buoni con tutti. Insomma, una grandissima famiglia alla mulino bianco, dove ogni cosa va benissimo.... Da sclero! 
Come ovviamente dobbiamo aspettarci, il bel ragazzo è innamorato della ragazza che prende particolarmente di mira (inutilmente visto che lei non lo calcola), che ha una famiglia che reprime ogni sua mossa, in una casa dove viene scartato perchè "difettoso" e quindi poco degno di considerazione... insomma, un ragazzo che fondamentalmente non è cattivo ma viene comunque additato come tale, che non sta bene nell'epoca in cui vive, che vorrebbe di più. Fin qui, diciamo che è la classica descrizione di ogni adolescente in quasi tutti i libri. Cosa però, lo rende diverso? 
Dopo l'ennesimo scherzo, viene punito severamente. Viene mandato dentro un libro. Che punizione sarebbe, vi chiederete voi? Molti di noi vorrebbero avere tale privilegio ma ecco l'inghippo... Nessuno conosce il libro in cui verrà mandato e gli è severamente vietato modificare la storia. Come idea è perfetta, ci sono molti libri che possono far caso a questo scopo ma... proprio i Promessi Sposi dovevano decidere?! Gusti a parte, non mi è piaciuto molto com'è stata svolta la punizione. Stereotipi a mille (lui è Don Rodrigo, il cattivo che tanto difendeva; per un pò sta al gioco e poi disubbidisce..), un finale da favola (va contro alle regole per l'ennesima volta ma viene salvato e graziato; i genitori capiscono di aver fatto degli errori e vogliono rimediare). Quantomeno ho apprezzato la scrittura scorrevole e i tanti dettagli che non appesantiscono la lettura. 
Potrebbe essere una lettura buona ma poteva anche dare molto di più.


INGLESE

Title: The Punishment of the Novel
Author: Passerini D.
Cost: € 15,00
Pages: 170
Plot: Philip has sixteen, a rebellious character, long hair and faded t-shirts who can't throw away. The school is full of clichés, especially since, after the third world war, all got in your head that you have to spend their lives for others, be compassionate, good. And he, the most beautiful of the school, there is. Each Companion is the target of the not-too-veiled digs and sharp banter, a bit to hit the weak, a bit not to reveal their personality and their amorous passions to one that doesn't seem to be nice and naughty charm. But the school is a place of formation not only teaching but also moral and character, whose mission is to accompany the growth kids because adults become literate, but especially critics, conscientious, aware. And then there is that one thing to do: punish him. Such punishment would be more suitable for him of the punishment of the novel? Philip enters into a book, wearing the clothes of a character, and its purpose will be to live his new life without changing the plot, not even a comma, no return.

Rewiev: Philip is a young handsome boy and spiteful. It is considered by all rebellious because, after the third world war, all should be good with everyone. In short, a great family to the mulino bianco, where everything is fine .... Jinks!
As obviously we must expect, pretty boy is in love with the girl who takes particularly targeted (unnecessarily since she doesn't calculate), who has a family who represses his every move, in a house where is discarded because it "defective" and therefore not worthy of consideration ... in short, a guy who basically is not bad but is still held up as such, which does not sit well in the age in which he liveswho would want more. So far, we say that is the classic description of every teenager in almost all books. However, what makes it different? After yet another joke, is punished severely. He was sent in a book. That punishment would be, you ask? Many of us would like to have this privilege but here's the catch ... Nobody knows the book that will mandate and is strictly forbidden to change the story. As an idea is perfect, there are many books that can make the case for this purpose but ... just the betrothed should decide?! Taste aside, I really liked how it was carried out the punishment. A thousand stereotypes (he is Don Rodrigo, the villain who occasionally defended; for a while is going to the game and then disobeys ...), a fabulous final (goes against the rules for the umpteenth time but is saved and pardoned; parents realize that he had made mistakes and want to fix it). At least I enjoyed writing and the many details that don't weight reading.
It might be a good read but could also give much more.

1 commento:

  1. Il titolo è intrigante, la trama non mi convince molto invece, vedrò!
    Intanto grazie della recensione :)

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)