venerdì 16 settembre 2016

Fiabe

Titolo: Fiabe
Autore: Connie Furnari 
Pagine: 122
Prezzo: € 3.43 cartaceo - € 1.49 ebook
Trama: Non sempre sono gli adulti a dover educare i bambini. Capita, il più delle volte, che siano proprio i piccoli a insegnare la vita ai grandi, e finché ci saranno bambini esisterà sempre un futuro in cui poter sperare. Questa è una raccolta di fiabe e racconti brevi, che hanno come protagonisti i bambini, o comunque un’ideologia che ci riporta all'infanzia, a un tempo in cui esisteva ancora l’innocenza. Il magico viaggio di Chris ha vinto il Premio Superga a Torino, altre fiabe sono state premiate in diverse manifestazioni letterarie, a Torino, Brescia, Catania. Le fiabe di questa raccolta ripropongono vari stili e generi letterari: dal fantasy de I lupi della montagna di Thormhall al thriller paranormale de Il messaggero, dall'ispirazione anderseniana de Il viaggio del francobollo all'horror de La bambola di porcellana.

Scarabocchio: Mi piacciono molto le raccolte di fiabe, soprattutto se non sono quelle classiche che ormai quasi tutti conoscono. 
Quando ho trovato questo libro, avendo già letto qualcosa di Connie, ho voluto nuovamente tentare la fortuna. 

Chiariamoci, ho trovato carini e promettenti due dei suoi libri ma già anni fa, aveva un unico difetto; la fretta. 
Dopo molto tempo e molte sue uscite, ho ritentato e mi duole dirlo, quel lato ancora vive in lei. 

Ogni storia scritta è speciale, fatta per far viaggiare il lettore ma anche per insegnargli qualcosa. Perchè in fondo è questo il motivo per cui vengono scritte e narrate. Alcune sono molto profonde, come La bambola di porcellana (che è uno degli ultimi racconti) ed è anche una delle mie preferite ma ce ne sono anche altre, che avrebbero da dire molto di più. 
Ed ecco che torno sempre sullo stesso punto, unica vera pecca di Connie per quanto riguarda la scrittura. 
Sembra aver sempre fretta e questo traspira da molti racconti. Si vede che manca qualcosa, mancano dei passaggi che avrebbero fatto bene. Mi spiace molto perché sono cose valide ma non mi hanno convinto fino alla fine. 

Nessun commento:

Posta un commento

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)