venerdì 12 febbraio 2016

Profumo di cioccolato

Titolo: Profumo di cioccolato 
Autore: Kathryn Littlewood
Pagine: 257
Prezzo: € 10 cartaceo - € 4.99 ebook
Trama: I genitori di Rose hanno una pasticceria, la Bliss Bakery. E i loro sono dolci magici nel vero senso della parola! I genitori di Rose hanno anche un segreto: è il Magiricettario, un antico volume che raccoglie ricette magiche, come i Ciococroissant della Felicità e la Torta Tornaindietro alle more Il giorno in cui i signori Bliss si assentano si presenta alla porta una misteriosa "zia" Lily: alta, bella, vestita di viola, e in più cucina spettacolari piatti esotici. Rose e i suoi fratelli non ricordano di averla mai conosciuta, ma pensano che sarebbe carino offrirle qualcosa di magico. La magia, però, va maneggiata con cura, perché potrebbe essere esplosiva. E quando in città tutti si innamorano di tutti e la gente comincia a scambiarsi verità che era meglio non condividere toccherà a Rose rimediare!

Scarabocchio: Profumo di cioccolato è una storia per bambini. Una di quelle avventure leggere e senza impegno adatte per trascorrere un pò di tempo staccando i pensieri o dai compiti della scuola. Dolci e magia si fondono in un mix così ben amalgamato che sembra quasi che ogni dolce del mondo sia effettivamente pieno di magia. 

Sono una persona abbastanza golosa e solitamente mi piace leggere questo genere perchè in questi racconti per ragazzini, solitamente ci sono grandi insegnamenti e adoro vedere come certi scrittori si premurino di infondere buone speranze e sensazioni positive alle nuove generazioni. 
Qualche volta però, prendo un abbaglio, tipo adesso. 
Ho comprato questo libro anni fa ma non mi ero mai decisa a leggerlo. Forse in fondo non ero particolarmente convinta ma era lì e quest'anno mi sono ripromessa di smaltire veramente un pò di vecchie letture. Così... eccoci qui.

Primo di una trilogia, sapevo già che non mi avrebbe impegnato molto tempo ma non avrei immaginato fino a questo punto... 
Rose è una dei quattro figli dei signori Bliss, noti a tutti come i migliori pasticceri del paese. Tutti amano i loro dolci ma nessuno sa che sono spesso magici... di per se la cosa è stupefacente e divertente se non fosse che tutta la storia viene raccontata dalla ragazzina (Rose) e non passa un momento in cui non si lamenti del fatto che tutti la trattino un pò come una servetta. I fratelli le fanno fare quello che vogliono ed i genitori, la mandano a fare la spesa correndo come una trottola senza prenderla seriamente. Vengono elogiati sempre, e sottolineo sempre, Ty per la sua bellezza, Sage per la sua simpatia e Leigh per la sua tenerezza... lei mai. Passa per quella un pò stupidotta che abbocca al primo che gli fa un complimento, si fa mettere i piedi in testa dai tre fratelli nella prima occasione in cui i genitori le lasciano un pò di vera responsabilità e non cerca nemmeno di farsi ascoltare, facendosi passare addosso le emozioni, senza nemmeno arrabbiarsi quando Sage racconta a "zia" Lily del Magiricettario (cosa di cui non doveva assolutamente sapere!). Odio.

Di per le la storia è scorrevole e piena di pasticci anche divertenti, se non fosse l'antipatia che provo per Rose e l'odio per quell'approfittatore di suo fratello Ty. Odio atroce!!

Non finirò mai questa trilogia... mi verrebbe un colpo al cuore.



Arrivo così a 74 punti! (almeno è servito a qualcosa... una nuova spunta per l'obbiettivo n. 1 "Un libro con un alimento nel titolo")

4 commenti:

  1. Ehi Noemiiiii!!! Lo lessi due estati fa in campeggio. Ero convinta che fosse una storia davvero carina mentre il voto fu bassissimo,
    Non mi è piaciuto e concordo con te su tutta la linea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiace anche a me... ci speravo un sacco!

      Elimina
  2. Buono a sapersi...il titolo mi faceva pensare a un libro bellissimo!Poi magnifica la cover...meno male che ho letto la tua recensione, mi hai salvata:)

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)