martedì 26 settembre 2017

Cuore oscuro



Titolo: Cuore oscuro
Autore: Naomi Novik
Pagine: 432
Prezzo: € 19.50

Uscita: OGGI (26/09)
Agnieszka è una contadina diciassettenne goffa e sgraziata che vive insieme alla famiglia in un piccolo villaggio del regno di Polnya. Su tutti loro incombe la presenza maligna del Bosco, che sta progressivamente divorando l’intera regione. Per mantenere al sicuro se stessi e i loro villaggi dalle minacciose creature del Bosco e dai sortilegi mortali che lì si compiono, tutti gli abitanti della valle si affidano a un misterioso e solitario mago noto con il nome di Drago. Quest’ultimo sembra l’unico, infatti, in grado di controllare con la sua magia il potere imperscrutabile e oscuro del Bosco. In cambio della sua protezione, però, l’uomo pretende un tributo: ogni dieci anni avrà la possibilità di scegliere una ragazza tra le diciassettenni della valle e di portarla con sé nella sua torre. Un destino a detta di tutti terribile quasi quanto finire nelle grinfie del Bosco. Con l’avvicinarsi del giorno della scelta, Agnieszka ha sempre più paura. Come tutti dà infatti per scontato che il Drago non potrà che scegliere Kasia, la più bella e coraggiosa delle “candidate” nonché sua migliore amica. Ma quando il Drago comunica la sua decisione, lo sgomento è generale.
Scarabocchio: Cuore oscuro mi ha conquistato con la sua copertina cupa ma accattivante. 
Ho bramato questo libro con così tanta intensità che, mi aspettavo fuoco e fiamme. 

Agnieszka (chi lo sa pronunciare?!) è un tipo di protagonista fuori dal comune. 
Semplice e con il cuore grande, sempre pronta a dare una mano. L'anti eroe per eccellenza, imbranata ed emotiva ma anche molto paurosa e testarda. 
Per uno strano scherzo del destino, viene scelta da Drago per passare con lui i prossimi dieci anni. Al suo posto doveva andare via la sua amica Kasia ma Agnieszka nasconde dentro di se una particolarità molto rara e preziosa. 
Solo con l'aiuto di Drago riuscirà a non soccombere ed unendo i canti, riusciranno a contrastare il male del Bosco che si erge vicino a loro. 

Non è una lettura particolarmente fluida, anche se a tratti è accattivante. 
Mi ha ricordato molto alcune fiabe dei fratelli Grimm perchè è molto dark ma a parte qualche sprazzo di "sparaeammazza", ho fatto un'immensa fatica ad arrivare alla fine. 

La mia difficoltà arriva proprio per colpa dei due protagonisti. 
I due aprono le danze facendo un siparietto da Carnefice/Vittima. 
Ogni dieci anni il Drago sceglie una giovane ragazza che dovrà passare anni con lui. Non si sa esattamente il vero motivo di questa cosa ma tant'è. La cosa non lo entusiasma, sopratutto quando capisce che Agnies non è il tripudio della servilità. 
Lei ha paura di lui. 
Lui è perennemente scandalizzato da lei. 

Quando finalmente trovano un punto comune, tra di loro le cose cambiano ed il siparietto si trasforma in Cane/Gatto. 
I due devono convivere insieme e tra una lezione e l'altra, qualcosa cambia ma non ci è dato saperlo. Magia. 
Ci sono dei salti temporali dove succede qualcosa ma pare debba rimanere un segreto. 

Ho apprezzato l'dea del Bosco cattivo, mi sono piaciute le scene intense del recupero delle due donne, anche l'amicizia tra Kasia e Agnieszka mi ha toccato perchè è vera e sincera in modo quasi imbarazzante ma nell'insieme, ne sono uscita più delusa che soddisfatta. 


***SPOILER*** 
(selezionare le righe per leggere)
Anche perchè, la "relazione" tra i due (se così posso definirla) mi pare un filo alterata. Un pò perchè Drago continua a denigrarla ogni due parole e spiegatemi come una persona possa improvvisamente sentirsi attratta da uno così ed un pò perchè vorrei far presente che lui dovrebbe avere più di quarantanni (e lei appena maggiorenne). 

2 commenti:

  1. Lo sto leggendo io e devo dire che al momento sta piacendo anche a me ;-) Quando ho finito mi leggo lo spoiler ahahah

    RispondiElimina
  2. Great post!

    You have a nice blog!

    Would you like to follow each other? (f4f) Please let me know on my blog with a comment! ;oD

    Have a great day!

    xoxo Jacqueline
    www.hokis1981.com

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)