mercoledì 21 agosto 2013

Ci vuole un classico

Titolo: Alice nel paese delle Meraviglie
Autore: Carroll
Costo: 4,50
Pagine: 125
Casa Editrice: Giunti Acquarelli
Trama: Alice è una bambina curiosa e vivace, ed è difficile per lei prestare attenzione alla sorella Anna mentre le legge un libro di storia in giardino. La lezione è noiosissima e la piccola sente le palpebre diventare sempre più pesanti. A un tratto si risveglia in un mondo incantato dove tutto può accadere: è il Paese delle Meraviglie! Inseguendo un buffo coniglio bianco che continua a scomparire, Alice inizia un magico viaggio pieno di avventure e peripezie. S'imbatte in oggetti che ridono e parlano, conosce uno Stregatto e partecipa a una divertentissima festa di non-compleanno...

Scarabocchio: Premessa... Non ho mai avuto una gran passione per i classici, nemmeno per quelli dei ragazzi ma da quando ho visto l'ultima rivisitazione di questo libro, con il mio grandissimo Johnny, mi è partito l'embolo e ho voluto saperne di più.
Certo, dovevo prima cancellare dalla memoria il primo tentativo di lettura andata male.... Vedete, l'estate scorsa ho provato a leggerlo ma presa da un attacco di isteria, ho lasciato perdere. Il detto "ritenta, sarai più fortunato" ha funzionato e il secondo tentativo è andato a buon fine, anche se ammetto che non avevo la seconda parte del racconto (Alice attraverso lo specchio).

Da bambina avevo visto il cartone e mi era piaciuto molto, avevo ancora in mente quell'idea di storia... cosa assolutamente falsa! Dovevo immaginarmelo, ormai dovrei sapere che film (di qualsiasi anno si tratti) e libro non sono uguali. Questo poi... Sono dell'idea che non sia un libro per bambini, lo trovo molto complesso e a tratti anche abbastanza inquietante. Una bambina con crisi di identità perchè cresce e rimpicciolisce ogni due minuti, animali che danno ordini, regine sanguinarie... ma dai, censurano i pokemon e poi fanno leggere queste cose?? Forse perchè è un classico? Forse perchè è la storia di una bambina? Non saprei ma rimango dell'idea che a 8 anni una lettura così non va.

Età di lettura a parte, l'ho trovato carino. Sempre consigliato!



INGLESE

Title: Alice in Wonderland
Author: Carrol
Cost: 4,50
Pages: 125
Publishing Editrice: Giunti Acquarelli
Plot: Alice is a curious, lively girl, and it's hard to pay attention to her sister Anna while reading a history book in the garden. The lesson is boring and small feel your eyelids become increasingly heavy. Suddenly wakes up in an enchanted world where anything can happen: is the Wonderland! Funny chasing a white rabbit which continues to disappear, Alice begins a magical journey full of adventures and mishaps. She stumbles into objects that they laugh and speak, knows a Cheshire cat and participates in a fast-paced non-birthday party ...

Review: Introduction ... I never had a great passion for the classics, even for those of the boys but since I saw the last review of this book, with my big Johnny, I started the embolus and I wanted to learn more.
Of course, I had to first erase from memory the first reading attempt gone wrong .... You see, last summer I tried to read it but taken by a fit of hysteria, I let loose. The saying "try again, you'll be luckier" worked and the second attempt went fine, although I admit that I did not have the second part of the story (Alice through the looking glass).

As a child I saw the cartoon and I had enjoyed, I still had in mind the idea of history ... what absolutely false! I had to quite picture, now I know that film (of any year), and the book are not equal. This then ... I am of the view that it is not a children's book, I find it very complex and at times also quite disturbing. A little girl with an identity crisis because it grows and shrinks every two minutes, giving orders, bloody Queens ... but come on, censor the pokemon and then they read these things? Maybe because it's a classic? Perhaps because it is the story of a little girl? I do not know but I remain of the view that to 8 years a reading so dont go.

Reading age aside, I found it cute. Always recommended!

1 commento:

  1. un libro che adoro, una delle mia fiabe preferite! bellissima recensione!

    RispondiElimina

“Ciò che è stato scritto senza passione verrà letto senza piacere”
(Samuel Johnson)